MELEGNANO «Bella Ciao» alla Castellini e poi l’omaggio a Luigi Bonardi VIDEO
L’omaggio al monumento di fronte al castello Mediceo che ricorda i caduti delle guerre e della lotta di liberazione (Cornalba)

MELEGNANO «Bella Ciao» alla Castellini e poi l’omaggio a Luigi Bonardi VIDEO

Un regalo del coro dell’Anpi agli ospiti della Rsa

A Melegnano quello di ieri è stato un 25 Aprile nel segno del coro dell’Anpi, che prima ha cantato i brani della Resistenza agli ospiti della Fondazione Castellini e quindi ha allietato la cerimonia civile davanti al monumento dei Caduti in piazza Vittoria. La giornata della Liberazione ha preso il via alle 9 nella corte grande della Rsa in via Cavour, dove i componenti del coro Anpi hanno cantato «Bella ciao» e gli altri brani tipici della Resistenza agli anziani ricoverati alla Castellini, che li hanno ascoltati con grande emozione dai balconi della Fondazione.

Il tutto in un’atmosfera di profonda partecipazione, come ha rimarcato il presidente della Castellini Natale Olivari, che ha dunque ringraziato il coro dell’Anpi per la straordinaria testimonianza di affetto nei confronti degli ospiti della Rsa. «È il doveroso omaggio nei confronti degli anziani della Castellini - ha sottolineato il presidente dell’Anpi Sergio Goglio -, molti dei quali hanno vissuto il dramma della guerra, che nell’ultimo anno hanno anche dovuto affrontare la tragedia del Covid». Alla presenza delle autorità civili e militari con i gonfaloni delle diverse associazioni cittadine, alle 10.30 in piazza Vittoria si è invece svolta la cerimonia civile, che ha preso il via con la deposizione delle corone al monumento dei Caduti.

«Quest’anno vogliamo celebrare la figura del melegnanese Luigi Bonardi, che nel 1943 fu costretto a presentarsi alle armi per non rischiare la pena di morte ed evitare rappresaglie alla sua famiglia - ha affermato il sindaco Rodolfo Bertoli -. Dopo la fuga dall’esercito repubblichino, partecipò a diverse azioni partigiane, tra le quali la liberazione di Parma proprio nelle prime ore del 25 aprile 1945. A Bonardi va insomma tutta la nostra riconoscenza per quella scelta nel segno della libertà, di cui tutti noi oggi possiamo godere». Dopo l’intervento del presidente Goglio, la cerimonia civile si è conclusa con l’inno di Mameli e i brani della Resistenza cantati dal coro Anpi, che ha anche promosso una doppia mostra sui partigiani di Melegnano esposta nelle scuole della città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA