Un 16enne di Mediglia annega nel Ticino
Una foto d’archivio dei vigili del fuoco, chiamati per i soccorsi

Un 16enne di Mediglia annega nel Ticino

Il calciatore Fallou Wadji trascinato via dalla corrente lunedì pomeriggio a Pavia

I gorghi del Ticino si prendono la giovane vita di Fallou Wadji, 16 anni, un calciatore medigliese dal futuro radioso. La domenica di festa in trasferta a Pavia si è trasformata per lui e per gli amici in sua compagnia in una immane tragedia. Si trovavano sulle rive del fiume nel tratto compreso tra il ponte della Libertà e il ponte Coperto per un picnic nell’area Vul. Dopo le 17, alla ricerca di un po’ di frescura, Fallou e un altro amico sono entrati in acqua ma la corrente li ha traditi e sono stati trascinati via. Un gruppo di pescatori è riuscito a dare aiuto a uno dei due, ma per Fallou non c’è stato scampo. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per recuperare il suo corpo senza vita e riportarlo a riva. Sul posto sono accorsi i soccorritori del 118 con un’ambulanza e un’automedica, mentre i carabinieri di Pavia hanno eseguito i rilievi con il supporto della polizia locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA