Medicina, un nuovo primato per il professor Bignami
Il professor Bignami al centro

Medicina, un nuovo primato per il professor Bignami

Il santangiolino direttore della Clinica otorinolaringoiatrica dell’ospedale Sant’Anna ha eseguito un’operazione alla testa con un braccio robotizzato

Un intervento mai eseguito al mondo. Per rimuovere una lesione fibro-ossea dal cranio di un trentenne toscano con un braccio robotizzato. Protagonista di un esempio di eccellenza sanitaria, ancora una volta, il professore santangiolino Maurizio Bignami, direttore della Clinica otorinolaringoiatrica dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo in provincia di Como, già premiato con la riconoscenza del Comune di Sant’Angelo Lodigiano nel gennaio scorso. La notizia è stata diffusa dall’Asst Lariana in cui rientra l’ospedale Sant’Anna, come esempio di chirurgia d’eccellenza in grado di portare il prestigio del presidio - grazie al professor Bignami - in tutto il mondo. L’intervento unico è stato eseguito per rimuovere una lesione fibro-ossea fronto-etmoido-orbitaria, attraverso l’utilizzo di un sofisticato braccio robotizzato messo a disposizione dalla ditta Karl Storz, ovvero l’ARTip Cruise Vitom 3d System. «Si tratta del primo intervento al mondo eseguito con questa metodica per la sede della lesione – spiega il professor Bignami - e la tecnica utilizzata ci ha permesso di rimuovere la neoformazione mantenendo integre le strutture anatomiche circostanti, cervello e orbita».


Leggi l’articolo sul “Cittadino” in edicola lunedì 30 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA