Maleo, morte al passaggio a livello: non si sa ancora la verità
I soccorritori sul posto, tra i binari un pezzo dell’auto di Elisa (Gozzini)

Maleo, morte al passaggio a livello: non si sa ancora la verità

Due anni fa la tragedia di Elisa: secondo testimoni la sbarra era aperta, le perizie del Pm si contraddicono

Il 15 agosto saranno passati due anni esatti dalla tragedia di Maleo, quando alle 10.20 del mattino del Ferragosto 2020 la 34enne di Pizzighettone Elisa Conzadori fu travolta sulla sua auto dal treno RegioExpress Milano - Mantova al passaggio a livello di via Case Campagna a Maleo, e un testimone, con conferma parziale di un secondo, raccontò di aver visto la sbarra lato Codogno rialzarsi pochi istanti prima che arrivasse la Citroen rossa della ragazza, e quindi piombarle addosso il convoglio a cento all'ora.

La famiglia di Elisa attende ancora le conclusioni della Procura di Lodi, che si è trovata a dover valutare due perizie contraddittorie.

Leggi l’approfondimento sull’edizione del Cittadino di venerdì 5 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA