Lotta al virus, la corsa continua. Nel Lodigiano il 58,7 per cento ora è vaccinato
L’effetto green pass si fa sentire sull’incremento delle vaccinazioni, in provincia di Lodi: chi ha effettuato la prima dose sale al 69,6 per cento

Lotta al virus, la corsa continua. Nel Lodigiano il 58,7 per cento ora è vaccinato

La copertura più alta è a Meleti, seguono Abbadia Cerreto e Maleo, negli ultimi giorni un incremento delle prime dosi

Le vaccinazioni corrono nel Lodigiano, in 4 giorni la percentuale di residenti che ha completato il ciclo vaccinale sale di 4 punti al 58,7 per cento, mentre quella di chi ha effettuato il primo vaccino cresce di 1 punto al 69,6 per cento.

Proprio negli ultimi giorni si è tornati ad avere un incremento delle prime dosi, forse in scia alle nuove disposizioni sull’obbligo del green pass, ma i numeri dimostrano come la campagna sia entrata nella fase più avanzata, con le seconde dosi di massa e il recupero di chi ancora non è vaccinato. A livello comunale, tra le principali città, secondo i dati aggiornati al 9 agosto Lodi registra 32mila 971 prime dosi e 28mila 557 seconde dosi, Codogno 11mila 045 e 9mila 387, Casale 10mila 893 e 9mila 058, Sant’Angelo 8mila 753 e 7mila 163. Per tutte l’incremento maggiore in questi giorni è sulle seconde dosi, con le prime dosi che crescono di qualche centinaio di nuovi vaccinati. Tra i comuni rimasti fuori dalla tabella integrale pubblicata sabato su «il Cittadino» si segnalano Secugnago 1.389 prime dosi e 1.161 seconde dosi, Senna 1.314 e 1.081, Somaglia 2mila 701 e 2mila 220, Sordio 2mila 325 e 1.938, Tavazzano 4mila 180 e 3mila 547, Terranova 621 e 519, Turano 1.045 e 849, Valera Fratta 1.078 e 873, Villanova del Sillaro 1.223 e 995, Zelo 4mila 960 e 4mila 131. A livello provinciale il totale delle prime dosi somministrate è di 159mila 991, quello delle seconde dosi 135mila 056, rispettivamente il 69,6 per cento dell’intera popolazione residente e il 58,7 per cento contro rispettivamente il 68,7 per cento e il 54,9 per cento di giovedì. Rispetto alla popolazione target vaccinabile (i residenti over 12 anni) i numeri indicano il 77,2 per cento di cittadini che ha avuto la prima dose, il 65,2 che ha completato il ciclo. A livello comunale la distribuzione dei vaccini è avvenuta in maniera omogenea, ma sulle prime dosi vi sono evidenti differenze tra comune e comune: in termini percentuali la copertura maggiore è di Meleti con l’86,7 per cento, poi Abbadia con 77,4 per cento, e Maleo 76,4 per cento. I comuni fanalino di coda per le prime dosi sono Marudo, ultimo con il 61,1 per cento, poi Valera con il 62,5 per cento e Caselle Landi con il 63,2. Sopra il 70 per cento di popolazione vaccinata con la prima dose sono 33 comuni nel Lodigiano ma, ampliando la forchetta, sotto il 65 per cento sono soltanto 7.


© RIPRODUZIONE RISERVATA