LODI Viale Rimembranze, scatta finalmente l’ora dei cantieri
Uno scorcio di viale Rimembranze: giovedì partono gli attesi lavori

LODI Viale Rimembranze, scatta finalmente l’ora dei cantieri

Da giovedì i cantieri, arriva la ciclabile per una maggiore sicurezza

È stata teatro di gravi incidenti e oggi è ancora un punto di domanda sul fronte della sicurezza, con le due ruote a condividere il percorso a due passi dalle auto. Al via giovedì i cantieri per azzerare i rischi per chi si sposta in sella a una bicicletta su viale Rimembranze grazie alla realizzazione di una nuova pista ciclabile a due direzioni, separata e protetta dal traffico pedonale. Il nuovo tragitto - che sorgerà sul lato dei numeri civici pari, in sede propria - è inquadrato nel percorso “Regionale Adda” del progetto di riqualificazione delle ciclabili cittadine “Colleg’Adda”, con l’itinerario urbano inserito nel contesto del percorso di interesse regionale che va da Bormio a Crotta d’Adda, attraverso le province di Sondrio, Como, Lecco, Monza e Brianza, Milano, Lodi e Cremona.

«Diamo finalmente avvio alla riqualificazione dell’asse stradale portante del quartiere San Bernardo, richiesta da tempo dai nostri concittadini che invocano più sicurezza per cicli e pedoni in una zona purtroppo al centro delle cronache per gravi incidenti - dichiara il sindaco di Lodi Sara Casanova - . Oltre a supportare lo sviluppo di un’infrastruttura tra le più significative a servizio della mobilità sostenibile cittadina, effettueremo una manutenzione delle carreggiate e dei marciapiedi del viale, avvalendoci dei contributi per la ripresa dall’emergenza Covid-19 assegnati da Regione al Comune di Lodi».

La nuova ciclabile si salderà alla pista in fase di realizzazione in via San Colombano - in corrispondenza dell’intersezione tra le viale Rimembranze e via Villani - e comporterà anche una revisione generale della viabilità del comparto. Viale Rimembranze, al termine dei lavori, sarà infatti strada a senso unico, percorribile dall’intersezione con via Milite Ignoto (sia che si provenga da corso Mazzini sia che si provenga da via Battisti), esclusivamente in direzione di via Villani o viale Italia. Invariato il numero degli stalli di sosta, grazie al trasferimento di una parte di questi sul lato opposto della carreggiata rispetto alla ciclabile. A completare l’opera anche il rifacimento del manto stradale e il ripristino dei marciapiedi, in più punti danneggiati dalle radici degli alberi. «Nel complesso - aggiunge l’assessore alla mobilità Alberto Tarchini - gli interventi delineati si configurano come una “rigenerazione” degli spazi in termini di accessibilità, sostenibilità e in definitiva di vivibilità. Il ripensamento della viabilità di tutta la zona, che comprende anche l’istituzione di una Zona 30, determinerà migliori condizioni di sicurezza, incentivando la moderazione della velocità veicolare e la riduzione del traffico di attraversamento». A partire da giovedì sarà attuato progressivamente in funzione dell’avanzamento del cantiere - un mese circa di durata - il senso unico di marcia nel tratto compreso tra via Milite Ignoto e via Zalli, con direzione obbligata in direzione di viale Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA