LODI Un nuovo sopralluogo in viale Giovanni XXIII, lunedì parte il maxi cantiere
Il cantiere in viale Giovanni XXII interesserà strada, marciapiedi e barriere architettoniche da eliminare

LODI Un nuovo sopralluogo in viale Giovanni XXIII, lunedì parte il maxi cantiere

Al via uno degli interventi viabilistici più attesi

È una delle opere più attese sul fronte viabilistico, per scrivere la parola “fine” a inciampi e cadute sui marciapiedi. E per assicurare a tutti gli utenti della strada un viaggio in sicurezza. I cantieri però, in una zona segnata dalla presenza di più scuole e dal centro sanitario Uonpia, rischiano di creare più di contraccolpo. Nuovo sopralluogo ieri mattina per il maxi cantiere di viale Papa Giovanni XXIII, in vista della data X - quella di lunedì - per l’avvio dei lavori di riqualificazione dell’arteria. Il restyling della via comprende il ripristino della pavimentazione dei marciapiedi, la realizzazione di una nuova sede ciclopedonale protetta, con conseguente restringimento della carreggiata che diventerà poi a senso unico di marcia e ancora la manutenzione del manto stradale e l’ampliamento delle aiuole. Un intervento che, come ha spiegato ieri Palazzo Broletto in una nota, permetterà di creare «zone pedonali più sicure e accessibili a tutti, grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche dovute ai dissesti dei percorsi pedonali e al loro sottodimensionamento e contribuirà alla moderazione della velocità del traffico, mentre il patrimonio arboreo sarà tutelato, con la garanzia di maggiori spazi per lo sviluppo delle radici».

Da lunedì, per la prima fase dell’intervento, i lavori interesseranno il marciapiede sul lato opposto degli istituti scolastici, nel tratto compreso tra via Kennedy e il civico 28, dove sarà istituito il senso unico di marcia in direzione via Buozzi, che sarà permanente. Sempre da lunedì sarà in vigore anche il provvedimento di strada senza uscita nel tratto di viale Papa Giovanni XXIII, compreso tra via Maestri del lavoro e il civico 28, con accesso e uscita obbligatori dall’intersezione con via Maestri del lavoro per tutti i veicoli in arrivo da via Buzzi.

Variazioni in vista anche per il servizio di trasporto pubblico. Per le corrierine delle linea 2 (San Fereolo-Riolo) le fermate in direzione centro oggi presenti in viale Papa Giovanni XXIII saranno soppresse e sostituite dalla nuova fermata di viale Europa, collocata all’intersezione con via Kennedy. Sempre per la linea 2, ma in direzione San Fereolo sarà invece mantenuta la fermata sul lato opposto dell’istituto Gandini e soppressa, per la durata del cantiere, quella in corrispondenza del centro medico Uonpia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA