LODI Un nuovo pozzo di Sal a San Grato
Carlo Locatelli accanto all’ulivo

LODI Un nuovo pozzo di Sal a San Grato

Via alle perforazioni: nell’area messo a dimora un ulivo, simbolo di pace

Sono in partenza nelle prossime settimane le attività di perforazione per il nuovo pozzo a doppia colonna di Sal-Società Acqua Lodigiana nel campo di San Grato a Lodi. La nuova struttura garantirà il fabbisogno idrico del capoluogo. La gara è stata aggiudicata alla ditta Negretti Srl di Corteolona e Genzone, nei prossimi giorni sarà perfezionato il contratto d’affidamento. Il pozzo si affiancherà a quello già esistente nello stesso campo di San Grato.

Il quadro economico complessivo dell’operazione era di 177mila euro compresi 6mila euro di oneri di sicurezza, in fase di gara è stato presentato un ribasso del 17,35 per cento per un importo contrattuale di 147mila 500 euro circa, oltre Iva e compresi gli oneri di sicurezza. L’aggiudicazione è stata perfezionata nei giorni scorsi all’impresa pavese Negretti, che a breve sottoscriverà il contratto.

Nel campo pozzi di Sal a San Grato, dove sono già state poste a dimora oltre 100 essenze autoctone tra alberi e arbusti donati dal Parco Adda Sud (progetto Filari, sostenuto anche dal Rotary Club Adda), e nei giorni scorsi è stato interrato anche un ulivo adulto, simbolo di pace e rinascita, benedetto, prima della piantumazione, dal parroco della parrocchia di San Bernardo a Lodi don Guglielmo Cazzulani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA