Lodi, ucciso a 58 anni da una broncopolmonite in poche ore: era il mago delle stampanti
Giorgio Gesi

Lodi, ucciso a 58 anni da una broncopolmonite in poche ore: era il mago delle stampanti

Giorgio Gesi, già vicesindaco a Mairago, ha aperto una ditta a Milano e anche in Corea del Sud

Si è spento in poche ore venerdì all’ospedale di Codogno Giorgio Gesi, 58 anni, imprenditore informatico di Basiasco, che da qualche anno si era trasferito a Lodi in via Garibaldi. Nel 2004, dopo nove anni nella giunta comunale anche con il ruolo di vicesindaco, gli avevano chiesto di candidarsi alla guida del Comune di Mairago, ma aveva detto no: sulle spalle infatti aveva la responsabilità di un’azienda di informatica che aveva fondato a Milano, la Oberon Service, che si è creata negli anni una nicchia ultra specializzata ma molto richiesta, quella della gestione “chiavi in mano” dei sistemi di stampa per gli uffici. Una ditta che, come un pesce che nuota al contrario nella corrente, tre anni fa ha aperto una sede anche a Seoul, Corea del Sud.

Portato in ospedale a Codogno è stato ricoverato con una diagnosi di broncopolmonite e venerdì sera si è spento. I funerali oggi alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Basiasco, dove il feretro arriverà alle 11.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola oggi lunedì 30 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA