Lodi, traffico caotico: scatta il “piano di difesa”

Lodi, traffico caotico: scatta il “piano di difesa”

Approvato all’unanimità il provvedimento per risolvere i nodi critici

Un piano di difesa per risolvere i nodi critici del traffico di Lodi, compreso l’inquinamento. È stato approvato lunedì all’unanimità, nel corso della seduta di consiglio comunale, il Pums, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. L’obiettivo? Migliorare la qualità di vita dei cittadini, ridurre lo smog e il rumore, potenziare trasporti pubblici e piste ciclabili, con un occhio di riguardo ai disabili.

L’argomento è approdato in consiglio comunale attraverso una mozione dei consiglieri del Movimento 5 Stelle Luca Degano e Massimo Casiraghi. “Il Comune, per le sue dimensioni, non è obbligato ad adottare questo piano - ha spiegato Degano, illustrando la mozione - ma ci sono molti motivi per cui farlo: soprattutto perché è un piano strategico di dieci anni, quindi di lunga visione.

A Lodi la situazione viabilistica, al di là dell’inquinamento già di per sé gravoso, non è delle migliori: i nodi critici non mancano. La zona dell’ospedale, l’anello dei giardini pubblici, la rotonda della Faustina che ha fatto tanto parlare di sé sono solo alcuni dei punti viabilistici che presentano criticità.

La maggioranza, dopo una breve consultazione interna, ha deciso di votare a favore della mozione targata M5S.


© RIPRODUZIONE RISERVATA