LODI «Superato il jackpot record ma non hanno ancora vinto»
La titolare Marisa Caserini

LODI «Superato il jackpot record ma non hanno ancora vinto»

Al bar ricevitoria da Marino dove nell’agosto del 2019 furono vinti 209 milioni di euro al Superenalotto

Quando si tratta di giocare d’azzardo con il destino per una vincita potenziale di 211milioni non basta il calcolo delle probabilità, potrebbero esserci alcuni riti scaramantici da considerare.

Tentare di nuovo nella ricevitoria baciata dalla fortuna o rifarsi invece a quel detto che dice che un fulmine non cade nello stesso posto due volte di fila?

Qualunque sia il modo di pensarla, un dato di fatto rimane certo: la quota massima del superEnalotto odierna è arrivata a cifre esorbitanti, superando quello che era stato il jackpot vinto il 13 agosto del 2019 presso il bar Marino a Lodi da un tutt’ora anonimo fortunato.

Siamo stati quindi presso lo storico bar di via Cavour per tastare il polso della situazione, e capire se già qualcuno si è apprestato a sfruttare questa occasione.

«La vincita di 209,1 milioni -spiega la titolare Marisa Caserini- raggiunta qui 3 anni fa con una giocata di soli 2 euro è stata superata da un nuovo record che potrà premiare il fortunato vincitore o vincitrice con ben 211,7 milioni di euro»

Un nuovo capitolo quindi per la storia del SuperEnalotto: questo è il più alto montepremi nella storia, e attualmente il Jackpot più alto al mondo a disposizione di chi riuscirà ad indovinare la mitica sestina vincente.

«Da quella giornata estiva di tre anni fa sono stati tanti i clienti, gli amici, i famigliari ma anche semplici conoscenti che hanno continuato a frequentare la ricevitoria, entrando dentro il bar anche solo per un saluto: ciò, unito alla certezza che quella vincita abbia sicuramente cambiato in meglio la vita dell’anonimo fortunato, non può che farmi piacere. Tuttavia, anche un pizzico di orgoglio aleggia all’interno del mio bar: una vincita così alta non si è ancora ripetuta, e tutt’oggi rimaniamo ancora gli unici ad aver fatto registrare una combinazione di sei numeri così remunerativa».

Sperando che la dea bendata torni a soffermarsi sui territori del lodigiano, non rimane altro da fare che giocare i propri sei numeri vincenti e votarsi al proprio santo in paradiso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA