Lodi, schiamazzi e vandalismi alle due di notte in centro: «A chi tocca fermarli?»
Così i ragazzi di oggi hanno celebrato il 25 Aprile in corso Adda

Lodi, schiamazzi e vandalismi alle due di notte in centro: «A chi tocca fermarli?»

Si moltiplicano le proteste dei residenti

«Orde di ragazzi che vanno avanti e indietro urlando e cantando» anche in piena notte. Tanto che «ieri alle 2 di notte (tra sabato e domenica ndr) era impossibile prendere sonno». Fenomeno accentuato nel fine settimana, ma che si ripete anche nei giorni feriali, quando insomma la mattina ci si alza per andare al lavoro. Siamo in corso Adda - pieno centro storico e collegamento con la città Bassa - e che chi parla è uno dei nuovi residenti della strada caratterizzata da molte vetrine e dalle tipiche case basse del centro città. Una voce di esasperazione rivolta a Il Cittadino, per raccontare l’odissea a cui va incontro quotidianamente da quando si è trasferito qui dall’Inghilterra. Lavora a San Donato Milanese, ma avevo scelto Lodi per vivere in «una cittadina tranquilla», non lontana da Milano e San Donato. «Non avevo idea però di quello che mi aspettava - ha aggiunto - : io che sto al primo piano sono costretto a tenere le finestre sempre chiuse, mi chiedo come farò in estate. Mi domando a chi ci si debba rivolgere per mettere un freno a tutto questo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA