Lodi, polemica per le spese sul maxischermo per la finalissima
Il maxi schermo nella sede della Provincia

Lodi, polemica per le spese sul maxischermo per la finalissima

Il Pd: «Pagare 9.520 euro di soldi pubblici per 150 persone riteniamo sia un costo decisamente eccessivo»

Si accendono le polemiche sui costi del maxi schermo per la finale degli Europei. Dopo i caroselli e la notte di festa per gli azzurri di Mancini, in Broletto è tempo di bilanci. E l’opposizione ha chiesto conto della spesa per la proiezione della diretta da Wembley della Nazionale, che è stata organizzata dal Comune di Lodi nel chiostro di San Cristoforo. Sulla vicenda il Partito democratico ha attaccato frontalmente il vicesindaco Lorenzo Maggi e portato il caso in consiglio comunale. «Quando abbiamo visto la determina dei costi per il maxi schermo siamo rimasti allibiti, riteniamo che 9.520 euro per 150 persone siano una spesa decisamente eccessiva – sottolinea Simone Piacentini del Pd -. Come sempre il vicesindaco quando si tratta di spendere soldi dei cittadini, adotta un comportamento diverso dai suoi proclami di liberale. Ci sentiamo quindi in dovere di presentare un’interrogazione in consiglio per capire quali valutazioni hanno portato a questa decisione. I fondi potevano essere dedicati per le società sportive che hanno i campi in concessione, che hanno pagato al Comune l’anno 2020, senza poterli utilizzare. O potevano essere spesi per eventi culturali». Sulla finale tra Italia e Inghilterra si erano già accesi i riflettori della politica, quando il vicesindaco Maggi, prima dell’ok da parte di questura e prefettura aveva auspicato un maxischermo in piazza della Vittoria. Poi, dopo il comitato sicurezza con le autorità, è stato deciso di optare per una soluzione alternativa con la proiezione su un maxischermo nel chiostro di San Cristoforo (via Fanfulla), con posti a sedere distanziati (circa 150) e accesso su prenotazione. «Considerate, cari cittadini, che a oggi i servizi a domanda individuale, sono bloccati per mancanza di fondi, e questa amministrazione si è permessa di spendere 63 euro a persona (rispetto ai 150 posti a disposizione a palazzo San Cristoforo, ndr) per la finale dei campionati europei - attacca Piacentini -. Comuni come Montanaso e Lodi Vecchio, che hanno proiettato tutte le partite, hanno pensato di sospendere la proiezione per la finale, nel rispetto delle norme Covid».


© RIPRODUZIONE RISERVATA