Lodi, più controlli anti assembramento: il prefetto si appella ai giovani
I controlli sulla movida dello scorso anno

Lodi, più controlli anti assembramento: il prefetto si appella ai giovani

Nel fine settimana annunciate più forze dell’ordine per vigilare in centro storico

Nuova strategia per contrastare gli assembramenti nel centro storico di Lodi nei giorni di sabato e domenica. Un rafforzamento dei controlli nell’ambito di quella che il prefetto Giuseppe Montella definisce «una rimodulazione dei servizi volti, ad assicurare una presenza fissa dei presidi di controllo». L’obiettivo è evitare pericolosi affollamenti, soprattutto all’esterno dei bar, in una fase nella quale - osserva il prefetto - «non possiamo permetterci di abbassare la guardia». La situazione dei contagi nel Lodigiano è sotto controllo, tuttavia la terza ondata che sta investendo Brescia e parte della Bergamasca preoccupa e impone agli altri territori lombardi «grande attenzione, prudenza e comportamenti consapevoli». Il prefetto si rivolge soprattutto ai giovani, «affinché capiscano che i loro sforzi sono orientati a evitare il contagio dei loro genitori e dei loro nonni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA