LODI Piazzale Medaglie d’oro, ecco come sarà la nuova rotonda finanziata da Esselunga
Il progetto della nuova rotonda di piazzale Medaglie d’Oro che sarà realizzata nell’ambito del piano Esselunga

LODI Piazzale Medaglie d’oro, ecco come sarà la nuova rotonda finanziata da Esselunga

Per la fine di ottobre è già prevista la partenza dei cantieri

Entro fine settimana partiranno già i primi tracciamenti e rilevazioni per le due nuove rotatorie sull’asse viale Vignati-viale Agnelli. Mercoledì si è svolta una riunione tecnica in Broletto per definire tempi e organizzazione del cantiere, con la partecipazione di funzionari comunali e società Aep (Attività edilizie pavesi), che ha proposto in Comune a Lodi il piano per il nuovo supermercato Esselunga.

I lavori per cambiare l’assetto dei due incroci sono in programma per la fine di ottobre. Le operazioni saranno pagate dai privati, nell’ambito del progetto sulla media struttura di vendita all’ex Consorzio agrario. In particolare in piazzale Medaglie d’Oro, di fronte al monumento alla Resistenza comparirà una rotonda a sei uscite: due verso piazzale Medaglie d’Oro (come è adesso), una su viale Agnelli, una su viale Vignati, poi su via Biancardi e via Nino Dall’Oro (entrambi avranno il senso invertito). Il valore dell’opera è di 170mila euro, il cantiere durerà circa un mese e gli attraversamenti pedonali saranno rialzati, ma non ci saranno più i semafori.

Su quest’opera si sono già accesi i riflettori in consiglio comunale: l’esponente di opposizione Stefano Caserini (110&Lodi) ha presentato un’interpellanza in aula all’assessore all’ambiente e viabilità Alberto Tarchini, per affrontare le interferenze di traffico tra ciclisti e pedoni nel disegno dell’incrocio. «Il progetto prevede che i flussi di pedoni e ciclisti in uscita da via Nino Dall’Oro in direzione centro città si incrocino due volte, in quanto la pista ciclabile a destra rispetto ai pedoni lungo via Nino Dall’Oro, in direzione centro, passa sulla sinistra nell’attraversamento, per poi ripassare a destra nel tratto successivo nel piazzale in direzione centro», sottolinea nel testo dell’interpellanza Caserini, sostenendo che sarebbe possibile evitare questo doppio conflitto fra pedoni e ciclisti mantenendo la pista ciclabile sulla destra nell’attraversamento. Il rappresentante di opposizione chiede inoltre «quali iniziative l’amministrazione comunale intende prendere per risolvere il problema della pericolosità dell’immissione dei fluissi di ciclisti provenienti da piazza Medaglie D’oro in via Castelfidardo».

Stanno facendo discutere in città anche gli elaborati della nuova rotonda che sarà realizzata, sempre nell’ambito del piano Esselunga, all’angolo tra viale Dante e viale Vignati. Per fare spazio alla necessità di far passare auto e pullman dovranno essere sacrificate delle piante. I comitati di cittadini, che hanno già presentato una diffida, hanno parlato di nove alberi che dovranno essere tagliati per far passare la strada. Il coordinamento Lodi vivibile ha annunciato, proprio per fermare il via delle opere, la presentazione di un ricorso al Tar con sospensiva. Settimana prossima intanto in Broletto è prevista una nuova riunione per definire con dettaglio i tempi di avvio dei cantieri, stabilendo anche se partiranno in contemporanea, oppure se verrà dato un ordine di precedenze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA