LODI Perde il treno e si incammina  sui binari: salvata 50enne di Codogno

LODI Perde il treno e si incammina

sui binari: salvata 50enne di Codogno

La donna domenica pomeriggio è rimasta a piedi per lo sciopero dei ferrovieri

Caelo Catena

Perde il treno e, dato che sui tabelloni della stazione di Lodi compaiono uno dopo l’altro solo annunci di convogli cancellati per lo sciopero proclamato dal sindacato Or.sa, pensa bene di incamminarsi a piedi sui binari verso Codogno. Una 50enne di Codogno, originaria della Romania, è stata raggiunta nel primo pomeriggio di ieri dai poliziotti della questura di Lodi mentre percorreva la linea ferroviaria all’altezza di via Piermarini, alla Faustina.

Pochi minuti prima un passante, vista la signora con andamento incerto a fianco dei binari, ha pensato che si trattasse di un tentativo di suicidio e ha allertato il numero unico di emergenza “112”. La polizia, competente a quell’ora per la zona, ha mobilitato le volanti disponibili per perlustrare la linea ferroviaria e la donna è stata ben presto individuata. Richiamata a lasciare i binari, non ha obbedito esitazione e così, dopo essersi accertati che non ci fossero convogli in arrivo, gli agenti l’hanno raggiunta sulla massicciata e l’hanno aiutata a superare scarpata, orti e rovi e l’hanno riportata sul viale. Dove la donna ha candidamente spiegato che doveva tornare a casa e che, non essendoci più treni, aveva deciso di fiancheggiare a piedi i binari, «perchè in Romania si fa così». È stata portata in stazione a Lodi dove, fortunatamente, dopo pochi minuti è comparso un treno utile. Rischia però una multa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA