LODI Per la scalinata Federico II la riapertura ora è più vicina
La scalinata Federico II ancora chiusa dopo le crepe alle storiche mura

LODI Per la scalinata Federico II la riapertura ora è più vicina

Entro due settimane gli ultimi lavori in Piazza Zaninelli

Scalinata Federico II, forse ci siamo. Dopo oltre tre anni di transenne e un rincorrersi di annunci e rinvii, finalmente sono attesi gli ultimi lavori: la messa in sicurezza, poi il sopralluogo per l’agibilità e la successiva riapertura; il tutto dovrebbe avvenire nel giro di due settimane. È quanto trapela dal Broletto, a seguito delle verifiche sugli interventi programmati.

A metà settembre è stata demolita la vecchia cabina elettrica, una struttura in mattoni e calce, da parte di un’azienda incaricata da E-distribuzione spa (gruppo Enel). Dopo gli abbattimenti resta necessario rinforzare le pareti, con l’aggiunta di resine o materiale cementizio dove si sono formate delle fessure o crepe, quindi il sindaco Sara Casanova deciderà sulla riapertura ai pedoni.

Il provvedimento di chiusura della scalinata, per ragioni di sicurezza, risale al febbraio del 2017, deciso dall’allora commissario prefettizio Mariano Savastano per l’allargarsi di crepe sulle vecchie mura di piazza Zaninnelli. Con i vigili del fuoco era stato concordato un intervento per evitare crolli, con la posa di puntelli in legno e ferro. Da allora è stata realizzata una nuova cabina Enel, ma la demolizione del vecchio impianto si è incagliato in un complesso iter burocratico. Il Comune di Lodi ha più volte ribadito che i rallentamenti erano dovuti al complesso puzzle di proprietà e competenze: la scalinata è di proprietà del Comune, il terreno della Fondazione Cosway e la cabina è di Enel.

In più era necessario l’ok della soprintendenza per intervenire così a ridosso delle mura. Anche per gli ultimi cantieri, che dovrebbero durare solo alcuni giorni, la competenza non è comunale, che dovrà invece valutare la possibile riapertura del collegamento tra piazza Zaninelli e via Secondo Cremonesi, inoltre sarà necessaria una bella pulizia dell’area da erbacce e vegetazione prima della rimessa in funzione di quel passaggio.

Lo stop alla scalinata rappresenta ancora un forte disagio per i residenti. Una situazione che sta scatenando forti polemiche anche in Broletto. Ieri il Pd è tornato alla carica con Andrea Furegato: «Nonostante gli annunci da parte della giunta Casanova, la scalinata Federico II è tuttora chiusa e ci vorrà ancora qualche settimana prima di vederne la riapertura. In un complicato incrocio tra diverse proprietà interessate, il fondamentale passaggio che collega il centro storico alla zona Laghi è chiuso da 3 anni e mezzo. L’assessore Rizzi ne aveva annunciato l’apertura entro il 2018 e il vicesindaco Maggi aveva parlato di lavori entro giugno, ma nulla si è mosso per mesi. Da quella che doveva essere la “giunta della normalità” ci aspettavamo una maggior efficienza e soprattutto una maggior capacità nel mantenere la parola data».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA