LODI Missione asfalti alle porte: cantieri al via il 5 ottobre
Viale Rimembranze, dove è stata realizzata di recente una pista ciclabile

LODI Missione asfalti alle porte: cantieri al via il 5 ottobre

Interventi finanziati dalla Regione: si parte da San Bernardo con viale Lombardia, nella lista anche viale Rimembranze e viale Dante

Il Broletto è pronto a partire con l’ “operazione asfalti”: i cantieri inizieranno il 5 ottobre da viale Lombardia, nel quartiere di San Bernardo, come annunciato ieri dall’assessore ai lavori pubblici del Comune di Lodi, Claudia Rizzi. «È recentemente terminato l’iter procedurale per l’affidamento della manutenzione dei manti stradali che rappresenta il lotto di investimento più significativo - spiega l’esponente della giunta Casanova -. Come preannunciato, saranno oggetto dei lavori viale Lombardia, viale Italia, viale Rimembranze, via San Gualtero (di cui si è anticipata la manutenzione del marciapiede in previsione dell’apertura della scuola Colombani), viale Dante e un tratto di via Buozzi».

Tutti interventi molto attesi (e spesso segnalati) dai residenti, come nel caso di viale Rimembranze, dove è stata realizzata la pista ciclabile.

Bisognerà prestare attenzione a eventuali deviazioni e modifiche alla viabilità. «Si partirà il 5 ottobre da viale Lombardia che, già durante l’esecuzione delle opere, diventerà una strada a senso unico di marcia in direzione viale Piacenza - prosegue l’assessore Rizzi -. Il progetto prevede l’ampliamento del marciapiede lungo il lato civici pari, con l’inserimento di una corsia ciclabile in senso di marcia opposto rispetto a quello dei veicoli, e la realizzazione sulla sede stradale di una dozzina di stalli regolari per la sosta».

Il pacchetto asfalti prevede l’utilizzo di risorse stanziate da Regione Lombardia per la ripresa economica, una cifra pari a 700mila euro che ha permesso di intervenire su diverse scuole, considerate dal Comune di Lodi la priorità. La scorsa settimana il presidente Attilio Fontana è stato a Lodi per presentare le misure del “Piano Marshall”, finanziamenti in tutta Lombardia per lo sviluppo e il rilancio dell’economia.

«L’insieme decisamente nutrito degli interventi resi possibili dal finanziamento regionale - commenta l’assessore Rizzi -, a cui si aggiungono quelli messi in campo nel corso dell’estate, sta segnando in modo positivo la ripresa, dopo il prolungato blocco dei cantieri causato dall’emergenza Covid, ed è l’evidente testimonianza di quanto l’immissione di liquidità nelle casse degli enti locali (e delle imprese per quanto attiene gli aiuti destinati al privato) sia fondamentale per il rilancio delle attività di interi settori messi in crisi dal lockdown».


© RIPRODUZIONE RISERVATA