LODI Memorial Castellotti, una parata con 40 auto d’epoca VIDEO
La premiazione dei vincitori della competizione nel piazzale di Lazzari

LODI Memorial Castellotti, una parata con 40 auto d’epoca VIDEO

Partenza e arrivo da Lazzari a San Grato, l’itinerario ha attraversato il Lodigiano

Un primo premio conquistato con grande emozione e impegno a bordo di una Fiat 850 sport Coupè. Premiato dal presidente Alvaro Corrù dalla Scuderia Eugenio Castellotti, Roberto Paradisi ha commentato una gara difficile ma ricca di soddisfazioni: «La gara è stata emozionante ma molto difficile - ha spiegato a caldo il vincitore ufficiale del XXIV Memorial Castellotti -. Prova su prova, combattuta con tanti altri equipaggi forti. Per cui la vittoria rappresenta una grande soddisfazione. A tal proposito, ringrazio il mio navigatore, Marco Rossi, per avermi aiutato in questa prova».

Roberto Paradisi, il vincitore del memorial Castellotti (Macchioni)

Roberto Paradisi, il vincitore del memorial Castellotti (Macchioni)

Altro premio ambitissimo, il trofeo messo in palio dalla Mta di Codogno in memoria di Umberto Falchetti assegnato a Roberto Rossoni del Club Orobico, in gara con la Fiat X1/9. La premiazione dei migliori classificati si è svolta ieri pomeriggio nel piazzale di Lazzari Group a San Grato e ha concluso una giornata tutta dedicata ai motori. «Una partecipazione superiore alle previsioni - ha commentato Aldo Buttafava, consigliere e organizzatore dell’evento -. In occasione della partenza, trecento persone si sono radunate nel piazzale, all’aperto e nel pieno rispetto di tutte le normative anti-Covid. Quaranta i piloti in gara. Dunque un vero successo». Un itinerario diviso in due settori con sei prove cronometrate attraversando il Basso lodigiano tra campagne e cascine del territorio. «Un percorso suggestivo - ha commentato Alessandro Bonanno, a bordo di una MG A del 1958 - e un’ottima organizzazione da parte dello staff». Primo posto alla scuderia lodigiana nella classifica riservata alle scuderie in gara. E nella classifica equipaggi, primo posto per Roberto Paradisi; sul podio anche Aldo Buttafava e Patrizia Parenti che si aggiudicano il secondo posto, terzo per Andrea Paradisi e Matteo Gianluigi Guerci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA