LODI Le scuole diventano cantieri
L’ingresso della scuola di corso Archinti

LODI Le scuole diventano cantieri

Sicurezza e risparmio energetico, via ai lavori in vari edifici

Dagli interventi per migliorare la sicurezza degli edifici a quelli per l’efficientamento energetico, fino alle operazioni puntuali per sostituire infissi, riqualificare pavimentazioni o rendere più accoglienti i servizi igienici. Cantieri aperti in quattro scuole della città, in altre due invece operazioni concluse o al fotofinish. È in corso il pacchetto di interventi, programmato nei mesi scorsi, per mettere mano agli edifici scolastici della città, approfittando dello stop alle lezioni durante il periodo estivo, con l’intento di restituire agli alunni, a settembre, ambienti rinnovati. Addetti all’opera nell’istituto di corso Archinti, in cui hanno sede la scuola dell’infanzia e la scuola primaria Santa Francesca Cabrini. In agenda c’è l’adeguamento alla normativa di prevenzione del rischio incendi, con interventi che coinvolgono gli impianti elettrici e quelli speciali, con un valore di 686 mila euro, di cui 70 mila in arrivo dal Ministero, ma anche la riqualificazione dei servizi igienici, che invece ha un quadro economico a sé, da poco più di 45 mila euro. Partito anche il cantiere alla scuola primaria Barzaghi sempre per l’adeguamento alla normativa prevenzione incendi - intervento da 170 mila euro in tutto, di cui 70 mila sempre coperto da fondi ministeriali -, si lavora anche alla scuola primaria De Amicis di via della Calca (a San Gualtero). Qui l’obiettivo è migliorare le performance energetiche dell’edificio tramite la sostituzione degli infissi esterni, tramite un contributo ministeriale del valore di 130 mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA