LODI La piazza si riempie per i festeggiamenti del 2 giugno
La manifestazione in piazza

LODI La piazza si riempie per i festeggiamenti del 2 giugno

A seguire, in prefettura, la consegna delle medaglie d’onore e delle onorificenze

Grande partecipazione, in piazza Vittoria, per l’alzabandiera e la cerimonia del 2 giugno, nel 76esimo anniversario del referendum in cui cominciò la storia repubblicana. Dopo la benedizione del vescovo monsignor Maurizio Malvestiti e l’inno di Mameli, la lettura del messaggio del presidente Mattarella, e i discorsi delle autorità.

La bandiera srotolata dai vigili del fuoco

La bandiera srotolata dai vigili del fuoco

Nel ringraziare la comunità per il sostegno ricevuto in questi due anni di pandemia, il Prefetto Giuseppe Montella ha rievocato i valori fondanti della Repubblica.

Dopo la cerimonia di piazza, è stato il momento della consegna delle medaglie d’onore e delle onorificenze, nel cortile della prefettura. Le medaglie sono riservate ai cittadini italiani, militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.

Hanno ricevuto la medaglia, alla memoria, gli eredi di Pietro Malaspina, Tullio Zonca e Mariano Frontori.

Per quanto riguarda le onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, hanno ricevuto il titolo di cavaliere Rosangela Marinoni e Francesco Saverio Ognibene.

Gli insigniti delle onorificenze al merito e gli eredi degli ex internati che hanno ricevuto la medaglia d’onore, insieme al prefetto

Gli insigniti delle onorificenze al merito e gli eredi degli ex internati che hanno ricevuto la medaglia d’onore, insieme al prefetto
(Foto by Federico Gaudenzi)

Leggi l’approfondimento sul «Cittadino» del 3 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA