Lodi, la “nuova” Isola Carolina prende forma con la posa di giochi e attrezzature
Prime installazioni all’isola Carolina

Lodi, la “nuova” Isola Carolina prende forma con la posa di giochi e attrezzature

Installati i primi arredi per chi vuole dedicarsi alla pratica del calistenichs

RFossella Mungiello

Basta un’occhiata per immaginare già qualcuno degli esercizi che si potranno fare, sfruttando la struttura in metallo grigia e verde, gli anelli, le parallele e le sbarre, per arrampicarsi, rimanere sospesi. In sostanza allenarsi a cielo aperto. Poco oltre, sulla griglia di metallo che sarà poi coperta dalla pavimentazione anti-trauma, spiccano altre nuove strutture: sono le basi per le future altalene che accoglieranno i piccoli nel polmone verde in centro città, che saranno completate con sei sedute standard e una seduta inclusiva, dotata di cesto.

Prende forma il nuovo volto dell’Isola Carolina, frutto del primo lotto di operazioni - per un quadro economico di 585mila euro - del ridisegno del parco, per cui è stato messo a punto un progetto complessivo da 1,2 milioni di euro. Partite le operazioni di installazione delle strutture per l’attività sportiva all’aperto e in particolare quella dedicata alla pratica del calistenichs, disciplina affine alla ginnastica a corpo libero, localizzata nella parte settentrionale del parco. La zona centrale è invece quella dedicata alle attrezzature ludiche: oltre alle altalene, a regime, ci saranno anche un gioco caratterizzato dalla sagoma di un castello e tre giochi a molla, un dondolo standard e uno inclusivo, tutti circondati da pavimentazione speciale per evitare traumi in caso di cadute.

A completare l’offerta ci sarà anche climbing forest, per le avventure dei bambini fino ai 10 anni.

Entro la primavera è prevista la conclusione degli interventi in cui rientrano anche la realizzazione del nuovo campo da gioco, la definizione dei nuovi vialetti, di cui è già stato predisposto il sottofondo, oltre alla nuova area cani illuminata e alla riattivazione dei servizi igienici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA