Lodi, la Finanza “sospende” l’ex comandante della polizia locale Ballarino
Lodi, il tribunale

Lodi, la Finanza “sospende” l’ex comandante della polizia locale Ballarino

Stesso provvedimento di otto mesi per una vigilessa in servizio a Cornegliano

L’ex comandante della polizia locale del Comune di Lodi, Fabio Germanà Ballarino, attualmente in servizio in Trentino, ha ricevuto nelle scorse ore negli uffici della guardia di finanza di Lodi la notifica di una misura interdittiva dall’esercizio di “qualsiasi ufficio o servizio pubblico” per la durata di otto mesi, nell’ambito dell’indagine su due concorsi pubblici per la selezione di agenti della polizia locale che avevano visto impegnato il funzionario all’interno della commissione giudicatrice. Analoga misura interdittiva temporanea ha raggiunto anche una vigilessa in servizio a Cornegliano Laudense. Entrambi nel maggio scorso avevano appreso di essere indagati per l’ipotesi che Ballarino avesse in qualche modo favorito una candidata nel concorso per l'assunzione a tempo indeterminato a Cornegliano e anche nel concorso per l’assunzione di un agente della polizia provinciale, con una terza candidata risultata a sua volta indagata perché potrebbe essere stata a sua volta favorita indebitamente. Dopo l’acquisizione di documenti e materiale informatico la Procura di Lodi aveva ottenuto, mesi fa, questa misura interdittiva dal Gip ma gli avvocati degli indagati avevano presentato ricorso al Riesame e quindi impugnazione alla Cassazione, che alla fine ha ora condiviso ora la tesi di esigenze cautelari sostenuta dalla Procura di Lodi. Si tratta comunque di provvedimenti che non indicano la colpevolezza, risulta tra l’altro che le indagini siano tuttora in svolgimento per vagliare gli elementi acquisiti. Da parte sua Ballarino ha sempre sostenuto che la vigilessa arrivata prima al concorso di Cornegliano e anche a quello per la polizia provinciale fosse estremamente preparata, difendendo la piena regolarità dei due concorsi pubblici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA