Lodi, in settimana parte la rivoluzione delle precedenze alla rotonda della Faustina

Lodi, in settimana parte la rivoluzione delle precedenze alla rotonda della Faustina

Chi arriva dalla tangenziale dovrà arrestarsi e cedere il passo ai veicoli che hanno già impegnato la rotatoria

Da settimana prossima al via il nuovo sistema di precedenze alla rotonda Faustina. Tra martedì e mercoledì notte si prevede di rifare gli asfalti in tangenziale con chiusura di un tratto di circonvallazione, poi la messa in sicurezza dell’incrocio tra via San Colombano e la provinciale 23 andrà a regime. Lo ha annunciato ieri Anas, che per la rivoluzione del traffico in ingresso e uscita dalla città prevede in un primo periodo un supporto in tangenziale anche della Polizia Stradale.

I lavori svolti dall’azienda del gruppo ferrovie, che erano ripartiti ad inizio luglio sono arrivati alle battute finali. Le fasi delle opere erano state così suddivise: scavi per la posa dei plinti, che reggono dei portali a 200 metri dalla rotatoria, poi installazione della segnaletica orizzontale, quindi sistemazione degli asfalti e adeguamenti delle barriere. La sistemazione della rotatoria ha previsto una revisione della disciplina della circolazione, con l’istituzione del cosiddetto “sistema alla francese” (con precedenza ai veicoli in transito nell’intersezione), l’adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale e del manto stradale. L’appalto per le opere è stato assegnato lo scorso luglio dalla società del gruppo Fs alla ditta Multiservice di Napoletano & C. di Campochiaro (in provincia di Campobasso), con un ribasso del 33,77 per cento su un importo a d’asta pari a 337.700 euro. Il progetto prevede lavori di aggiornamento della disciplina della circolazione all’intersezione a rotatoria lungo la strada statale 9 “via Emilia” al chilometro 296 + 100 con la strada provinciale 23 e la strada comunale via San Colombano. Si tratta di una soluzione “tampone” di messa in sicurezza dello svincolo, in attesa di un progetto per realizzare un sovrappasso. n 
M. B.


© RIPRODUZIONE RISERVATA