LODI Il cadavere di un uomo trovato lungo la ferrovia
La zona del ritrovamento

LODI Il cadavere di un uomo trovato lungo la ferrovia

Identificato nel pomeriggio: si tratta di un 30enne residente in via Lodino. Mancava da casa da domenica sera

AGGIORNAMENTO DEL POMERIGGIO

Nel pomeriggio di oggi, martedì 31 agosto, è stato identificato l’uomo trovato cadavere lungo i binari. Si tratta di un egiziano invalido 30enne residente di via Lodino a Lodi. Pare andasse spesso in giro vagabondando. Si era allontanato da casa domenica sera

Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto questa mattina intorno a mezzogiorno a Lodi, lungo i binari della ferrovia, tra la località Sandone e la cascina Carazzina.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e gli agenti della polizia ferroviaria. È stato allertato anche l’elisoccorso, che si è levato in volo da Brescia. I sanitari , giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Ancora da accertare le circostanze della morte e a quando risalirebbe.

Alcuni pendolari hanno avuto modo di vedere il corpo esanime lungo i binari mentre il loro treno era costretto a viaggiare a passo d’uomo per permettere le operazioni di polizia giudiziaria. Si tratterebbe di un uomo di carnagione olivastra, riverso a faccia in giù a fianco del binario direzione Milano, che indossava una pettorina fluorescente e presentava una evidente ferita a un fianco, che può far pensare all’impatto con un treno in transito.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 1 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA