LODI Il 19 febbraio in cattedrale i Colloqui di San Bassiano
Lodi, il vescovo in occasione di San Bassiano, lo scorso 19 gennaio, in cattedrale

LODI Il 19 febbraio in cattedrale i Colloqui di San Bassiano

L’incontro per gli amministratori costituirà un momento di riconoscente commemorazione

L’eccezionalità della situazione pandemica, che il Lodigiano e il mondo intero hanno vissuto e stanno ancora affrontando, merita l’attenzione anche dei “Colloqui di San Bassiano”, l’incontro, che a un mese dalla festa patronale coinvolge il vescovo e le componenti istituzionali, politiche, economiche e sociali del territorio, e particolarmente i sindaci dei Comuni corrispondenti alle 123 parrocchie lodigiane: oltre a tutti quelli in provincia di Lodi, alcuni sono nelle province di Milano, Cremona e Pavia.

Sarà infatti prima di tutto un’occasione di commemorazione e di riflessione, nella gratitudine per la solidarietà di molti con il ricordo orante per quanti ci hanno lasciato.

L’appuntamento per questa settima edizione dei “Colloqui” sarà quindi in cattedrale, come già avvenuto per il primo convegno pre-sinodale, con tutti i protocolli utilizzati per le normali celebrazioni, alle ore 18.30 del prossimo 19 febbraio.

Ad un anno esatto dall’istituzione della prima “zona rossa” nel mondo occidentale, nel Basso Lodigiano, il ritrovo costituirà un’ulteriore opportunità per ribadire la volontà del vescovo Maurizio e della Chiesa laudense di proseguire nella sinergia che ha visto la comunità civile e quella ecclesiale impegnate insieme a favore del bene comune dei cittadini.

Per questo, il titolo dell’incontro, “Tra memoria e futuro in tempo di pandemia”, avrà come filo conduttore la parola di alcuni testimoni, traendo ispirazione dal messaggio di incoraggiamento indirizzato dal Papa alle delegazioni lombarde il 20 giugno scorso, e dal monito pronunciato dal presidente Sergio Mattarella lo scorso 2 giugno a Codogno: «Occorre pensare a un modo efficace e comune per raccogliere e custodire questa memoria […] da qui vogliamo ripartire, con la più grande speranza per il futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA