LODI Ibsa, ecco il piano di ampliamento
Lodi, Guidesi alla Ibsa

LODI Ibsa, ecco il piano di ampliamento

L’azienda si allarga nell’ex sede del concessionario Toyota

Un auditorium con un centinaio di posti, per corsi ed eventi di natura scientifica, nuovi spazi uffici e laboratori, oltre ad un pergolato esterno e tanto verde. Ecco il progetto per la nuova sede di Ibsa Farmaceutici di San Grato, che è stato presentato venerdì durante la visita dell’assessore regionale allo sviluppo economico Guido Guidesi. Di fronte allo stabilimento di via della Filanda è stato il ceo & managing director di Ibsa Luca Crippa ad indicare l’area di ampliamento, dopo l’acquisizione del capannone che ospitava la concessionaria Toyota. I lavori dovrebbero partire nel corso dei prossimi mesi e dureranno circa un anno, per un’inaugurazione in programma nel 2023. La nuova sede Ibsa è la testimonianza della sua continua espansione nella chimica farmaceutica. L’azienda, parte del gruppo svizzero Institute Biochimique SA, che ha un cuore pulsante negli stabilimenti di Lodi e Cassina de’ Pecchi in provincia di Milano, vanta numeri da vero colosso: un fatturato che nel 2021 supererà i 200 milioni di euro, in Italia quasi 600 collaboratori e prodotti venduti in più di 80 Paesi nel mondo. L’amministratore delegato ha voluto ribadire all’esponente della giunta regionale il piano d’investimento da 15 milioni di euro finalizzato ad implementare nuove linee produttive, all’acquisizione di macchinari per una produzione ad alta precisione e alla riqualificazione della sede centrale di Lodi, operazione che sarà ispirata a logiche di sostenibilità e risparmio energetico. Obiettivo è quello di creare spazi verdi all’esterno, ammordernamento di magazzini e un’area mensa. «Un potenziamento che servirà per puntare a far conoscere ancora di più i nostri prodotti e le nostre soluzioni di cura», dichiara Crippa. Dopo la tappa negli uffici di via della Filanda, l’assessore Guidesi si è fermato anche nel sito produttivo di viale Milano di Ibsa. E ha consegnato ai vertici aziendali la bandiera lombarda: «Un dono che rappresenta un ringraziamento per ciò che fate», sottolinea Guidesi. E il sindaco Sara Casanova, che ha partecipato all’evento: «È sempre motivo di orgoglio incontrare realtà produttive lodigiane di eccellenza, capaci di affermarsi anche a livello nazionale e internazionale. La visita dell’assessore regionale Guidesi ci ha offerto l’occasione di reincontrare due di queste aziende. Realtà del genere, che operano secondo una strategia orientata agli investimenti in ricerca e in tecnologie innovative e d’avanguardia, senza rinunciare a un approccio tradizionale di cura “artigianale” per ogni aspetto della produzione, sono esempi importanti per lo sviluppo del nostro territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA