LODI I 19enni in Duomo per la professione di fede
Il Duomo illuminato dalle candele dei giovani

LODI I 19enni in Duomo per la professione di fede

La veglia di preghiera dei giovani con il vescovo Maurizio in occasione della Gmg

Una candela passata dai giovani che hanno già professato la loro fede ai 19enni che questo atto pubblico lo hanno compiuto quest’anno: sabato sera la Cattedrale di Lodi è stata illuminata soprattutto dalla freschezza e dalla forza di vivere dei giovani della nostra diocesi, riuniti nella Veglia di preghiera in occasione della Giornata mondiale della Gioventù.

Da quest’anno la Gmg si celebra infatti nella Domenica di Cristo Re, come ha chiesto Papa Francesco e come ha ricordato il direttore dell’Ufficio di pastorale giovanile, don Enrico Bastia. E il vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti, che ha presieduto la Veglia, con riferimento a San Paolo sulla via di Damasco ha detto: “Ho pensato che per la nostra Chiesa potete essere voi, giovani, la via diritta, a patto che voi per primi la percorriate, con la vostra giovinezza. Dio non teme le cadute, talora le consente per permettere un cambiamento. Paolo cade a causa della luce, anche se sembrerebbe un controsenso. Questa sera riceviamo tutti questo dono. La parola “Alzati”, con tutta la forza che il Signore infonde in ogni sua parola”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA