LODI Dopo il grande successo con Viva Vittoria, nasce “Indaco donna”
Da sinistra Raffaella San Vittore, Cristina Cristini e Simona Moroni

LODI Dopo il grande successo con Viva Vittoria, nasce “Indaco donna”

Una realtà tutta al femminile

Nasce a Lodi “Indaco donna”, una nuova associazione culturale che dà voce alla solidarietà. Accomunate da una spiccata empatia e dalla voglia di mettersi in gioco per il prossimo, la presidente Simona Moroni, la sua vice Raffaella San Vittore e Cristina Cristini, daranno una risposta concreta alle esigenze che emergono dal territorio: reduci da una bella esperienza che ha legato i cuori del Lodigiano, e non solo, le donne in prima linea in nome di “Viva vittoria” stavolta hanno nel cassetto un progetto tutto nuovo: dalla maxi coperta che il 6 marzo aveva scaldato piazza della Vittoria, infatti, il trio al femminile ha fatto tesoro di un capitolo che ha intrecciato la solidarietà: «Ora ci siamo lanciate in un nuovo progetto proponendoci di operare a favore della comunità locale, promuovendo l’avanzamento delle condizioni della donna e la cooperazione con le associazioni esistenti sul territorio» spiega la presidente Moroni, tra l’altro consigliera comunale con delega alle pari opportunità del Comune di Crespiatica. E, unendo capacità creative e manuali alla voglia di mettersi in gioco a 360 gradi, “Indaco donna” ha in serbo due progetti: «La prima iniziativa prenderà il nome “Il velo rosso” - spiega la presidente -: si tratta di un progetto che abbiamo presentato al Comune al fine di promuovere mostre ed eventi culturali per sensibilizzare le coscienze sul tema della violenza di genere e del bullismo». Ma in attesa della presentazione ufficiale del sodalizio, la presidente annuncia: «Sono già in cantiere diversi progetti, tra cui una mostra che sarà allestita nella cornice dell’ex chiesa dell’Angelo nel mese di novembre ma oggi il nostro obiettivo più grande è la possibilità di interfacciarci con le realtà locali per una proficua collaborazione».
L. M.


© RIPRODUZIONE RISERVATA