LODI Domenica la Messa nel ricordo di don Angelo Carioni
Don Angelo circondato dai “suoi” scout (Archivio)

LODI Domenica la Messa nel ricordo di don Angelo Carioni

Un sacerdote fedele alla sua missione, che non è stato dimenticato nemmeno dopo 12 anni

Sono passati 12 anni dalla sua scomparsa, ma il ricordo di don Angelo Carioni non si affievolisce. Il sacerdote sarà ricordato con una funzione celebrata dal vescovo questa domenica alle ore 21 al campo sportivo dell’oratorio di San Bernardo.

In attesa di questa celebrazione, che ricorderà il compianto assistente degli scout di Lodi, appassionato ciclista e prete indimenticato, pubblichiamo il messaggio che diffuse in occasione del suo 50esimo di sacerdozio, quando ormai era debilitato dalla malattia.

«Cari amici, se 50 anni fa mi avessero detto “Dove sarai a celebrare il tuo Cinquantesimo?”, mi sarei trovato in difficoltà a dover rispondere!

Ora sono qui, con voi. Avrei preferito essere in piena salute, ma tuttavia vi debbo dire di essere contento. Comunque! Contento di essere stato prete per 50 anni e di esserlo, ancora, anche oggi, in questo 11 giugno.

Ringrazio il Signore, e tutti voi, e soprattutto tutti i ragazzi che ho incontrato sulla mia strada, nella mia gioventù.

Forse avrei potuto fare di più... Tu che dici Gesù? Grazie... e grazie a Santa Maria delle Grazie!

Ora mi avvio, lentamente, verso il porto, verso il traguardo. Quello che ti chiedo, Amico Gesù, è che sia un arrivare sereno, un arrivare consapevole, in questa nuova Primavera di colori che mi attende.

Perchè anche questa, con te, Gesù, al mio fianco, è una nuova, grande avventura!

Grazie Signore, e grazie anche a tutti voi. Grazie per questo tratto di cammino fatto insieme!

Ciao!»


© RIPRODUZIONE RISERVATA