LODI Dal Broletto aiuti per le imprese cittadine: fondi per 400mila euro a chi ha investito
Il sindaco Sara Casanova con i referenti delle associazioni di categoria

LODI Dal Broletto aiuti per le imprese cittadine: fondi per 400mila euro a chi ha investito

Le domande dovranno essere presentate entro la fine del mese, graduatoria entro dicembre, erogazioni nel 2022

Il Broletto mette sul piatto 400mila euro per le imprese. Ecco il nuovo bando per il rilancio del tessuto produttivo locale dopo l’emergenza Covid. Le risorse saranno destinate alle realtà del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato che si trovano al di fuori del distretto del commercio di Lodi, quindi oltre il centro storico, una platea di oltre mille potenziali beneficiari.

«È una misura che abbiamo deciso di adottare per stare vicino alle imprese che hanno sofferto durante i mesi della pandemia. L’obiettivo è favorire la ripresa e la ripartenza dell’economia – spiega il sindaco Sara Casanova -. La speranza è che questa opportunità possa essere colta da tante attività».

Le domande di finanziamento andranno presentate in municipio entro la fine del mese, poi gli uffici svolgeranno l’istruttoria sulle pratiche, per la fine dell’anno sarà resa nota la graduatoria e nel 2022 saranno erogate le somme. L’aiuto è un’agevolazione a fondo perduto, pari al 50 per cento delle spese, per un massimo per ogni operatore di 15mila euro. Tra le spese ammissibili (riferibili a giustificativi a partire dal 5 maggio 2020) ci sono opere edili, installazione d’impianti, inoltre costi per affitti. «Lo abbiamo promesso e lo abbiamo fatto – dichiara il vicesindaco Lorenzo Maggi, vicino all’assessore al bilancio Angelo Sichel –. Il precedente bando era stato indirizzato al centro storico, ora per ragioni di equità ci rivolgiamo a tutte le altre imprese. Rispetto al passato abbiamo anche alzato la soglia minima, passando da 10mila a 15mila euro. La logica della misura mira a sostenere le attività che hanno deciso di investire sul futuro». Soddisfatte le categorie. «È uno dei bandi più grandi promossi nel Lodigiano su questo tema – sottolinea Mauro Parazzi di Confartigianato, con Paolo Riezzo (delegato cittadino dell’associazione) – questo provvedimento dimostra attenzione agli imprenditori». E Mauro Sangalli dell’Unione artigiani: «Quando la politica ascolta si generano risultati». Un plauso anche dai commercianti. Asvicom con Federica Marzagalli sottolinea: «Vi ringraziamo per aver mantenuto la parola». E Isacco Galuzzi di Confcommercio: «Il bando sul distretto del commercio e quello in pubblicazione sono complementare nel dare un sostegno ai nostri esercizi». n 
Matt. Bru.


© RIPRODUZIONE RISERVATA