Lodi, chiesto il rinvio a giudizio per l’ex comandante dei vigili
Il tribunale di Lodi

Lodi, chiesto il rinvio a giudizio per l’ex comandante dei vigili

Fabio Germanà Ballarino potrebbe comparire davanti al Gup a dicembre: «Ha suggerito a un’amica le domande di due concorsi da agente»

L’ex comandante della polizia locale del Comune di Lodi Fabio Germanà Ballarino, 57 anni, potrebbe comparire davanti al giudice delle udienze preliminari di Lodi entro dicembre: risulta che la Procura abbia chiesto il rinvio a giudizio dopo aver indagato per le ipotesi di rivelazione di segreto d’ufficio e anche di falso ideologico “commesso da pubblico ufficiale”. Secondo le indagini della guardia di finanza avrebbe anticipato a un’amica quali sarebbero state le domande poste ai candidati del concorso per l’assunzione di un agente della polizia locale a Cornegliano Laudense, bandito nel 2020, dove Ballarino avrebbe anche dichiarato falsamente di non essere in situazioni di incompatibilità, e anche per il concorso per l’assunzione di due agenti della polizia provinciale, celebrato a maggio del 2021 e annullato nei giorni scorsi dalla Provincia. L’ex comandante era in entrambe le commissioni giudicatrici e la sua amica, che a Cornegliano era poi riuscita a indossare la divisa, aveva vinto tutti e due i posti. E secondo l’accusa la donna avrebbe a sua volta passato le informazioni a una sua conoscente. L’ex comandante, in carica fino all’ottobre dello scorso anno, quando si era dimesso e aveva assunto un comando in Trentino, si è sempre difeso sostenendo che la candidata vincitrice era semplicemente molto preparata, dicendosi sereno.

Leggi l’approfondimento sul Cittadino in edicola oggi 27 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA