LODI Cena tra i fiori alla Comella a favore dell’Alor
Alcuni partecipanti all’apericena alla Comella (Macchioni)

LODI Cena tra i fiori alla Comella a favore dell’Alor

Raccolti 5mila all’evento benefico di fine estate

Redazione web

Cinquemila euro racconti alla festa di fine estate alla Comella: un successo per l’“Associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa” che ha accolto 240 ingressi in occasione dell’evento che ha animato un lunedì sera di settembre tra il profumo dei fiori. Più di una quarantina i tavoli allestiti nello scenario green tra i filari dei fiori con uno staff d’eccezione: i ristoranti “Fuori Lodi”, “Spazio Molino”, “Futur Fusion” e “Il piccolo lupo” hanno accolto i partecipanti con un’apericena volta alla raccolta fondi per il soggiorno riabilitativo al mare in marzo: occasione per godere dei benefici dello iodio sulla riviera Ligure, la “vacanza” a Loano sarà anche occasione di socializzazione per persone anziane affette da gravi problematiche respiratorie, costrette alla bombola dell’ossigeno. «È stato un successo - commenta il dottor Francesco Tursi, presidente dell’Alor, tra l’altro responsabile del servizio di pneumologia dell’ospedale di Codogno -: sia per il l’entusiasmo che si respirava tra i volontari, ma anche per la grande partecipazione del territorio». Sulle note della musica di “Pf Colombi”, la serata ha permesso anche di far luce sugli obbiettivi dell’Alor, sulle prospettive future della pneumologia lodigiana con l’apertura del reparto di riabilitazione cardiorespiratoria a Codogno che, da un paio di mesi, garantisce una miglior offerta al territorio. «Ringrazio gli sponsor, i volontari e i partecipanti - conclude il dottor Tursi -, in particolare la Comella con cui si è instaurata una collaborazione consolidata che ha permesso di accrescere la visibilità dell’associazione». Presente anche il primario del reparto di pneumologia, dottor Giuseppe Cipolla


© RIPRODUZIONE RISERVATA