Premiate in Regione tre antiche botteghe del Lodigiano

Premiate in Regione tre antiche botteghe del Lodigiano

Sono la pellicceria Piantelli di Lodi, la macelleria Mola di Bertonico e il negozio di alimentari Tonali di Valera Fratta

Sono tre le antiche attività del territorio che ieri in Regione a Milano sono state premiate dall’assessore allo sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, alla presenza del presidente Attilio Fontana. Un riconoscimento per questi negozi storici che vanno ad aggiungersi alle 1765 imprese che costituiscono l’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione. Erano presenti a ritirare il premio Antonio Tonali di Valera Fratta per la sua bottega nata del 1932, Marco Mola della omonima macelleria di Bertonico, nata nel 1938 e Bruno Bellani della pellicceria Piantelli di Lodi, del 1974.

Antonio Tonali discende da una famiglia di commercianti: il nonno paterno, nell’Ottocento, era commerciante di formaggi, ed il nonno materno che era panificatore, nel 1932 comprò un negozio a Valera Fratta. Ogni giorno in bicicletta, con il pane appena sfornato, faceva il giro delle cascine. Nel 1941 un incendio danneggiò gravemente l’attività, in seguito, nel 1990, alla morte del padre, Antonio rinunciò all’attività per cui si era laureato, per continuare l’attività a Valera Fratta. Oggi il negozio vende vari tipi di generi alimentari e il vecchio forno è stato donato al museo di Sant’Angelo Lodigiano.

Il racconto di Marco Mola ha dei tratti comuni con quello di Tonali. Discende da tre generazioni di commercianti. Oggi, dice, «cerco di portare avanti con entusiasmo la mia attività, anche sostenuto dall’incoraggiamento dei miei clienti che mi dicono di “tenere duro”». Confida di considerare il suo lavoro un vero e proprio hobby perché non gli pesa e lo svolge con passione.

Bruno Bellani infine racconta che la madre ha iniziato l’attività negli anni ’70 e lui è subentrato nel 1989. «Siamo cremaschi e siamo pendolari - precisa - anche se in questi anni il mercato della pelliccia è cambiato, ci sono buone prospettive per il futuro». Dal racconto dei tre protagonisti emergono innanzitutto passione, professionalità, amore per l’attività e grande umanità nei rapporti con i clienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA