LODI All’ex Macello ancora degrado: nel parcheggio rifiuti, buche e persino un pollaio
Il degrado dell’ex Macello martedì mattina (Boni)

LODI All’ex Macello ancora degrado: nel parcheggio rifiuti, buche e persino un pollaio

Disagi per chi frequenta l’area di sosta di via Vecchio Bersaglio

Ad accogliere gli automobilisti, sulla soglia del parcheggio, c’è un galletto dai colori splendidi. L’ex Macello, però, non è - o non dovrebbe essere - esattamente il suo posto. A fargli compagnia, si fa per dire, un gruppo di corvi, attratti dall’immondizia abbandonata sull’asfalto: rompono i sacchetti con il becco e si cibano degli avanzi, sparpagliando i resti sull’asfalto. Nell’area di sosta tra via Defendente e via Vecchio Bersaglio la polaroid non è tanto diversa da quella scattata alcuni mesi fa, anche se una differenza rispetto al passato c’è: «I senzatetto che dormono qui, ma fuori dal dormitorio, sono meno numerosi», fanno sapere da Mondo Gatto, l’associazione che si prende cura dei felini e che ha sede proprio all’ex Macello. Peccato che alcuni di loro utilizzino il posteggio come una latrina a cielo aperto, proprio vicino al gattile. Da anni le volontarie chiedono a gran voce la sistemazione del posteggio e più controlli.

Chi frequenta abitualmente l’ex Macello si scontra inevitabilmente con il degrado, legato soprattutto alla presenza di rifiuti. Non si tratta solo di una montagna di sacchetti e oggetti vari lasciata in un angolo, come nel sopralluogo avvenuto martedì mattina, ma anche di sedie, mobili, assi di legno, una lavatrice. Tutto disseminato nel posteggio, come se si trattasse di una piazzola ecologica. Fino a quando, poi, passa Linea Gestioni a ritirare gli ingombranti.

Una parte dell’immondizia è abbandonata da conducenti di passaggio, un’altra parte, stando alle testimonianze raccolte sul posto, da chi vive in zona.

A completare il quadro, le buche nell’asfalto, alcune delle quali si sono ormai trasformate in voragini. Dopo il maltempo delle giornate di domenica e lunedì, i crateri erano diventati delle piccole piscine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA