Lodi, accordo con Dolce e Gabbana: una boccata d’ossigeno per l’Icr
Dolce e Gabbana

Lodi, accordo con Dolce e Gabbana:
una boccata d’ossigeno per l’Icr

L’iniziativa permette per il colosso lodigiano della cosmetica l’uscita dal tunnel

La risalita post-Covid di Icr è nel segno di Dolce e Gabbana. La pandemia aveva inferto un colpo durissimo ai conti del colosso lodigiano della cosmetica, al punto da costringerlo ad attivare dal 2020 a oggi la cassa integrazione, prima volta nella storia della società.

Ma ora il nuovo contratto di produzione conto terzi chiavi in mano con Dolce e Gabbana permette di vedere l’uscita dal tunnel e la piena ripresa, con un fatturato visto potenzialmente in raddoppio già del 2022, con la nuova produzione in partenza solo a settembre.

L’approfondimento nel servizio di Andrea Bagatta in edicola sulle pagine di economia del «Cittadino» il 3 agosto 2022


© RIPRODUZIONE RISERVATA