Legionella, ricoverati una decina di pazienti tra Lodi e Codogno

Legionella, ricoverati una decina di pazienti tra Lodi e Codogno

In tre sono stati trasferiti in terapia intensiva, uno purtroppo non ce l’ha fatta

Una decina di casi di legionella in pochi giorni, ricoverati tra Lodi e Codogno. Tre pazienti sono finiti anche in terapia intensiva e uno di loro, purtroppo non ce l’ha fatta. Attualmente è ricoverato ancora un paziente, in rianimazione, nella Bassa. Gli altri malati, invece, meno gravi, ricoverati in pneumologia, sono stati dimessi. La legionella è causata da un batterio che provoca la polmonite, anche in forma molto grave. Il periodo peggiore per questa malattia è tra fine estate e inizio autunno. Il batterio può vivere nei ristagni d’acqua, nei condizionatori d’aria, negli impianti dell’acqua delle case e degli impianti sportivi. Sono previsti per legge dei sistemi di disinfezione contro la legionella, ma a volte non sono sufficienti. La polmonite da legionella può colpire estesamente il polmone in maniera grave


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 24 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA