Le fiamme divorano i campi, ancora incendi nel Basso Lodigiano
Uno dei tanti incendi di vegetazione di questi giorni

Le fiamme divorano i campi, ancora incendi nel Basso Lodigiano

Focolai a Cavacurta, Somaglia, Villanova e Lodi nel week end

Ancora incendi favoriti dalla siccità prolungata e dal caldo nel Lodigiano, in particolare nella Bassa. Almeno tre gli interventi che hanno portato i vigili del fuoco a raggiungere aree di campagna e a bordo strada. Per due volte a essere domate sono state le lingue di fuoco a Castelgerundo, nei pressi di via Pertini, in località Cavacurta, lungo tratto che collega la strada bassa al cimitero cittadino. Nel tardo pomeriggio di venerdì ad andare a fuoco erano stati circa 600 metri quadrati di campo e sterpaglie, che hanno richiesto una lunga operazione di messa in sicurezza dell’area. Il mattino dopo però squadre del distaccamento volontario si sono dovute nuovamente recare nella parte bassa di Cavacurta per domare ancora dei piccoli focolai che si erano venuti a creare. Fortunatamente nessun residente o passante è rimasto coinvolto, così come sabato sera a Somaglia. Questa volta ad andare in fiamme è stata la vegetazione a lato della 234 Mantovana. Erano da poco passate le 22 quando i passanti hanno allertato i soccorsi. Non è da escludere che a scatenare il rogo sia stato il lancio di un mozzicone di sigaretta dal finestrino di un’auto in corsa che, a contatto con le sterpaglie rese più che mai secche dal sole e dal caldo eccezionale, ha favorito quindi il propagarsi dell’incendio. Nel fine settimana sempre per incendi di vegetazione i vigili del fuoco sono intervenuti anche a Villanova, nella frazione di Bargano, a Lodi, in via Nazario Sauro, e lungo la Paullese 415 che porta a Zelo Buon Persico. Nessun rogo però fortunatamente di grandi dimensioni. (ha collaborato Nicola Agosti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA