Le alleanze scuotono il centrodestra: Forza Italia ora “tira il freno”
Da sinistra Bossi, Fondi, Salvalaglio, Molinari, Montemezzani e Rognoni

Le alleanze scuotono il centrodestra: Forza Italia ora “tira il freno”

«Vicini a Fratelli d’Italia ma con una nostra identità»

«Condividiamo il percorso di Fratelli d’Italia ma abbiamo una nostra identità peculiare»: così Oscar Fondi, coordinatore provinciale di Forza Italia, pone l’accento sulla differenza tra il suo partito e quello rappresentato, nel Lodigiano, da Gianmario Invernizzi. Negli scorsi giorni i vertici locali di FdI avevano parlato di alleanze future, in vista dei futuri appuntamenti elettorali, soprattutto a Sant’Angelo e Codogno. Fondi si smarca: «Al Laus Festival non abbiamo partecipato per motivazioni ideologiche. Non c’era alcuna presenza del nostro partito: l’europarlamentare Massimiliano Salini non era nemmeno a conoscenza di essere stato invitato. Siamo contenti che ci sia stato questo momento di dibattito di amici del centrodestra che condivido il percorso contro questo governo. Il Movimento 5 Stelle è di fatto sovranista, essendo no euro e no Europa: noi invece siamo per un centrodestra illuminato, liberale e cattolico, che crede nell’Europa nel lavoro. La sbornia sovranista è destinata a finire». Il vicepresidente provinciale Mauro Salvalaglio ha ribadito: «Rimarchiamo la nostra identità anche in questo momento di difficoltà elettorale, nel quale i sondaggi non ci vedono più all’apice tra i partiti del centrodestra. Siamo moderati perché ci dedichiamo maggiormente alla ragione, evitando di agire di pancia». Della stessa idea Livio Bossi, sindaco di Boffalora d’Adda, che però ha partecipato, senza intervenire sul palco, alla festa di FdI: «Ho partecipato perché stiamo lavorando affinché FI possa vincere nelle prossime elezioni comunali e provinciali. Noi siamo il centrodestra: rappresentiamo i liberali e i moderati, che in questo paese sono ancora la maggioranza, anche se in molti non vanno più a votare». Il segretario cittadino di Sant’Angelo Giuseppe Rognoni e il rappresentante di Codogno Gianmario Molinari non si sono ancora espressi sulle future alleanze: «Non abbiamo ancora fissato nessun accordo, nonostante le voci di paese», ha precisato Rognoni. A rappresentare le istanze del mondo femminile in Forza Italia è il gruppo Azzurro Donna, coordinato nella provincia di Lodi da Marilena Montemezzani: «Non è un movimento femminista: è nato per approfondire le tematiche femminili nel mondo del lavoro e della sicurezza. Cerchiamo nuove persone in ogni comune».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA