Mangia i funghi raccolti nei boschi, un 31enne finisce all’ospedale
Sospetta intossicazione di funghi, un 31enne trattato in pronto soccorso

Mangia i funghi raccolti nei boschi, un 31enne finisce all’ospedale

Sos per i controlli nell’ufficio micologico, funziona la rete dell’Asst con Milano

Potrebbero essere stati i funghi a mandarlo in ospedale. Un paziente di Cavenago, classe 1987, la sera del 30 settembre, è arrivato in pronto soccorso, a Lodi, senza più energie, con una crisi di vomito invadente e un po’ di febbre. Sottoposto agli accertamenti diagnostici, il 31enne è stato trattenuto presso il servizio di osservazione breve del pronto soccorso coordinato da Anna Manelli. Ieri, in tarda mattinata, il paziente è stato trasferito all’ospedale di Milano Niguarda.

Una settimana fa, infatti, l’uomo ha mangiato dei funghi raccolti nei boschi. Avrebbero dovuto essere porcini, ma il sospetto è che siano stati proprio questi funghi, in parte velenosi o magari contaminati da frutti non commestibili, a farlo star male e a procurargli un’epatite esotossica. Anche se il 31enne è in condizioni serie, ma stabili, deve essere sottoposto al completamento diagnostico e al relativo supporto terapeutico nel reparto di epatologia avanzata di Niguarda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA