La videosorveglianza sventa l’assalto notturno alle Poste di Sordio
Il malvivente mascherato inquadrato dalle telecamere di sorveglianza

La videosorveglianza sventa l’assalto notturno alle Poste di Sordio

Le telecamere hanno inquadrato un malvivente sul retro degli uffici facendo scattare l’allarme e allertando i carabinieri

Ha cercato di entrare in posta da una finestra sul retro, ma gli occhi elettronici montati da Poste hanno fatto saltare il blitz e sopraggiungere nel giro di pochi minuti i carabinieri. Colpo fallito nella notte di giovedì a Sordio. Nel mirino di un malvivente solitario l’ufficio postale di via Papa Giovanni XXIII. Intorno alle 3.40 l’allarme, con l’attività di monitoraggio degli operatori nelle sale di controllo di Milano di Poste Italiane che ha portato alla scoperta di un uomo che cercava di crearsi un varco da un finestra sul retro.

L’allarme ha consentito di far intervenire nel giro di pochi minuti i militari dell’Arma, con il malvivente che ha dovuto così abbandonare ogni sogno di colpo. Come ricorda Poste Italiane, negli uffici postali del Lodigiano sono presenti 80 impianti di videosorveglianza a circuito chiuso composti da un totale di 177 telecamere che, oltre a captare movimenti e persone sospette, consentono di riconoscere potenziali attacchi agli Atm, facendo partire la richiesta d’intervento a carabinieri e polizia. Sempre tra Lodi e provincia poi, dove sono presenti 57 uffici postali, sono stati posizionati 52 caveau blindati con speciali casseforti ad apertura temporizzata, oltre a 99 sportelli con RollerCash. Per quanto riguarda invece i Postamat è stata attivata una dotazione con sistema di antieffrazione, con una struttura blindata che garantisce una protezione totale della feritoia interna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA