INSEGUIMENTO La folla fuga dei ladri sulla Bmw, a 180 all’ora contromano sulla Paullese
Una pattuglia della polizia locale di Peschiera Borromeo (archivio)

INSEGUIMENTO La folla fuga dei ladri sulla Bmw, a 180 all’ora contromano sulla Paullese

I vigili di Peschiera e Mediglia hanno tallonato l’auto mettendo di traverso anche un camion per farla fermare

Dribblano un autotreno messo di traverso sulla strada e infilano la Paullese contromano incuranti delle auto in transito.

Solo così, una banda di ladri che aveva appena colpito a Mediglia (rubando una borsa su un’auto parcheggiata), venerdì è riuscita a sfuggire alle auto della polizia locale di Peschiera e Mediglia accorse all’inseguimento di una Bmw 330 station wagon, già segnalata per molteplici furti sul territorio. Ad accorgersi della macchina sospetta è stato un agente libero da servizio che in località Canzo, ha notato due uomini incappucciati con un passamontagna salire sulla Bmw.

Dato l’allarme ai colleghi di Peschiera, è intervenuta un’auto “civetta” che sulla controstrada della Paullese ha rintracciato la vettura e ha iniziato a seguirla a distanza. Alla vettura si sono aggiunte successivamente due volanti, facendo scattare l’inseguimento che si è esteso al territorio di Mediglia, con l’intervento anche di una pattuglia della polizia locale medigliese.

Ne è nata una corsa a tutta velocità da Peschiera verso Mediglia sulla Sordio-Bettola, con la Bmw che poi ha preso contromano la rotonda per ritornare verso Peschiera dove ad attendere i fuggiaschi c’erano le forze dell’ordine, con un tir di traverso per bloccare la marcia. Il conducente, però, non si è fermato ma ha proseguito fuori strada ed è riuscito a rientrare contromano sulla Paullese incurante dei veicoli che sopraggiungevano e che hanno dovuto farsi da parte.

A quel punto, il rischio di un incidente era troppo alto, così gli agenti hanno proseguito a distanza sul controviale dell’ex 415 per tallonare la Bmw, tenendo sotto controllo l’auto finché non si è rimessa nel giusto senso di marcia. Tuttavia sul filo dei 180 chilometri orari, da San Donato a Ponte Lambro, imboccando la tangenziale est, i ladri sono riusciti a seminare definitivamente la polizia locale.

Le indagini in corso hanno permesso di verificare la targa che era già stata segnalata per altri furti avvenuti sul territorio. Si tratta di un’auto rubata, che dalle verifiche eseguite sarebbe stata utilizzata dai ladri che hanno compiuto un furto in via Fratelli Di Dio a Bustighera nella giornata di venerdì. Secondo le informazioni acquisite dagli investigatori, gli sconosciuti hanno spaccato il vetro di una vettura per rubare la borsetta nell’abitacolo e fuggire prima di essere intercettati meno di mezz’ora dopo a Peschiera.n 
Emiliano Cuti


© RIPRODUZIONE RISERVATA