Il volo delle cicogne nere sul Lodigiano
Una cicogna nera fotografata a San Martino

Il volo delle cicogne nere sul Lodigiano

È molto raro incontrare questi uccelli: sono stati fotografati per la prima volta da un appassionato

Fra i campi spuntano, a sorpresa, due cicogne nere. I rarissimi esemplari sono stati catturati dalla macchina fotografica di Matteo Consolandi nei campi fra San Martino in Strada e Massalengo. Il fotografo, che appartiene al gruppo “L’Istantanea” di Massalengo, ha scoperto i volatili per caso: una volta avvistati, non ha perso tempo, è corso a casa, ha preso l’attrezzatura, ed è tornato sul posto per immortalare un incontro tutt’altro che comune. Tutto questo in compagnia dell’amato figlio 12enne Enrico, che lo segue sempre in queste uscite alla scoperta della terra lodigiana. A differenza delle cicogne bianche, presenti in maniera significativa nel Lodigiano (da quelle che insistono nei centri del Parco Adda Sud, alle coppie che nidificano spontaneamente nei paesi), le cicogne nere sono rare: nidi non ne esistono e solo in qualche (raro) caso sono state avvistate.

Il perché è presto detto. «Le cicogne nere sono molte selvatiche, nidificano solo in contesti fortemente naturali, non nidificano su piattaforme artificiali, e sono difficilmente avvicinabili dall’uomo» spiega Riccardo Groppali, consulente ambientale del Parco Adda Sud. Parole condivise da Pierfrancesco Coruzzi della Lipu: «Le cicogne nere nidificano infilandosi nei boschi, in contesti altamente naturali, è difficilissimo individuare un nido di cicogna nera; vaga, sì, ma è un animale elusivo nelle sua abitudini», prosegue Coruzzi.

Matteo Consolandi (archivio)

Matteo Consolandi  (archivio)

Matteo Consolandi (archivio)


© RIPRODUZIONE RISERVATA