Curiosamente, sportello di ascolto per tutti

Curiosamente, sportello di ascolto per tutti

L’associazione guidata da Garbelli e Oppizzi in campo con nuove energie

Ginnastica e yoga, corsi di arte libera, laboratori di design. Il periodo di lockdown non ha fermato le attività di “Curiosamente”, anzi, le ha incoraggiate.

A spiegarlo la presidente dell’associazione, che coinvolge 49 soci e che si occupa di salute menatale, Anna Garbelli e il suo vice Maurizio Oppizzi.

«In questo periodo - dicono - ci mescoliamo di più. Prima della pandemia i ragazzi partecipavano al laboratorio di arte libera e noi adulti facevamo altro. Ora loro condividono con noi anche altre esperienze (la partecipazione a “#IoStoBene” o alla chat “CuriosamenteEsserci”) e noi impariamo a conoscerli e a riconoscere quante risorse hanno i nostri soci fragili, di quanta tenacia e perseveranza siano dotati».

Ai laboratori guidati dagli esperti e rivolti ai soci l’associazione ha aggiunto un’iniziativa aperta a tutti. Si tratta di “TiAscolto”. «È uno sportello di ascolto per chiunque senta il bisogno di parlare. Anche chi non è socio può contare su persone capaci di accogliere le parole di chi chiama, senza giudizio. L’iniziativa è su prenotazione ([email protected]) e si svolge il venerdì dalle 16:30 alle 18:30».


© RIPRODUZIONE RISERVATA