Il giro di Lombardia del governatore Fontana inizia da Lodi
Attilio Fontana a Lodi nel febbraio scorso

Il giro di Lombardia del governatore Fontana inizia da Lodi

Il presidente arriverà giovedì per illustrare il programma di investimenti pubblici finalizzati al rilancio dell’economia. Alle 17.30 sarà al «Cittadino»

Parte da Lodi, nel cuore del territorio che ha vissuto la sofferenza della pandemia, il tour del governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana.

Il presidente verrà nel capoluogo giovedì 24 settembre. Sarà questa la prima tappa del percorso che lo porterà poi in tutti i capoluoghi lombardi per illustrare il programma di investimenti pubblici finalizzati al rilancio dell’economia post Covid. Numerosi sono gli incontri previsti, nella nostra città. La sua giornata però si chiuderà, intorno alle 17.30, nella redazione del «Cittadino», dove incontrerà i giornalisti che per primi hanno raccontato quello che stava succedendo nel nostro paese, il 20 febbraio scorso.

Secondo la prima bozza del programma stesso però, Fontana arriverà in città nelle prime ore della mattina. La giornata si aprirà, intorno alle 9, con l’incontro con i primi cittadini, nella sala dei comuni della Provincia di Lodi. Alle 11 circa, invece, ci sarà l’incontro con le parti sociali del territorio, presso il Parco tecnologico padano. Alle 12.15, il presidente incontrerà la stampa. Alle 12.45, il presidente visiterà l’ospedale Maggiore, dove è previsto anche il momento del pranzo. Intorno alle 14.45, Fontana visiterà, invece, la fondazione Danelli che ospita i pazienti con grave disabilità acquisita. Alle 16, invece, visiterà l’azienda Zucchetti, la stessa che durante la pandemia ha messo a punto il sistema “Zcare”, una modalità innovativa, per il monitoraggio dei pazienti da casa. Alle 17.15, le autorità accompagneranno il presidente in visita ai tesori della città e poi, poco prima delle 18, farà tappa nella redazione del «Cittadino», in via Gorini.

Il “Piano Marshall” di Regione Lombardia, per la ripresa economica post Covid, nel Lodigiano, riguarda un investimento di 37 milioni. Complessivamente, l’amministrazione regionale intende investire 3,5 miliardi, per realizzare opere del valore di 5,5 miliardi. «I tre concetti cardine del tour - aveva spiegato Fontana, nei giorni scorsi, - saranno: ricucire, proteggere e costruire. Ricucire: per rimarginare le ferite, superando sconforto e rabbia e riaffermando la sintesi virtuosa tra pubblico e privato del classico “modello Lombardia”; proteggere: per rappresentare le istanze del mondo produttivo e interpretare i bisogni sociali del territorio; costruire: per dimostrare che la Lombardia sarà il luogo dell’Italia “che verrà’’, già proiettata verso il 2030»


© RIPRODUZIONE RISERVATA