Il campione di motociclismo Lorenzo Dalla Porta operato al Policlinico di San Donato
Lorenzo Dalla Porta con l’ortopedico Massimiliano Caforio

Il campione di motociclismo Lorenzo Dalla Porta operato al Policlinico di San Donato

L’intervento all’avambraccio destro per risolvere una sindrome compartimentale o “dei piloti di moto”

È stato operato mercoledì con successo, presso il Policlinico di San Donato, il campione di motociclismo Lorenzo Dalla Porta.

Dalla Porta, che prende parte al campionato mondiale di Moto 2, era affetto da una sindrome compartimentale che comprometteva la completa funzionalità dell’avambraccio destro.

Massimiliano Caforio, ortopedico dell’unità di Ortopedia e traumatologia dell’IRCCS Policlinico San Donato e membro dello staff medico della Clinica mobile nel mondiale Moto GP, sottolinea: «La procedura è durata circa venti minuti, senza alcuna complicazione, e ha consentito di effettuare una fasciotomia per il compartimento dei muscoli flessori dell’avambraccio. Si tratta di un intervento che punta a decomprimere la loggia in cui riposano i muscoli flessori. La sindrome compartimentale dell’avambraccio o “sindrome dei piloti di moto” è una patologia cronica, causata dal sovraccarico funzionale dell’avambraccio tipico dei piloti professionisti e di chi sottopone l’arto a sforzi intensi e prolungati. Progressivamente porta a una riduzione della forza muscolare e a difficoltà nella flessione e nell’estensione del polso e del braccio, rendendo di conseguenza più difficile il controllo della moto».

Il motociclista è stato dimesso nella stessa giornata e potrà disputare la prossima gara nel circuito del Sachsenring, in Germania.


© RIPRODUZIONE RISERVATA