I presidi delle scuole lodigiane bocciano un ritorno in Dad

I presidi delle scuole lodigiane bocciano un ritorno in Dad

Al momento a Lodi non ci sono i presupposti per la chiusura di medie e superiori ma i contagi sono in aumento e il rischio c’è

A Lodi, al momento, potrebbe essere scongiurato il rischio dell’ennesima chiusura delle scuole. Non arriviamo, infatti, a 250 contagiati su 100mila abitanti in 7 giorni (criterio scelto per la Dad al 100 per cento). Dovremo avere circa 570 casi a settimana per rischiare la chiusura, mentre attualmente, ne abbiamo circa 400. Se dovessero chiudere le scuole, in provincia di Lodi, i presidi non sarebbero contenti e nemmeno le famiglie. «Noi - commenta il preside del Bassi Francesco Terracina - abbiamo avuto 3 classi in quarantena e 10 ragazzi che sono rimasti a casa, contagiati fuori dal contesto scolastico o entrati in contatto con casi fuori dalla scuola. Adesso ci stiamo rimettendo in carreggiata, sarebbe bruttissimo finire di nuovo in Dad».


Leggi l’approfondimento sul “Cittadino” in edicola giovedì 4 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA