I positivi comune per comune, cresce la percentuale nei tamponi in Lombardia

I positivi comune per comune, cresce la percentuale nei tamponi in Lombardia

I casi davvero gravi restano però molti meno che a marzo

Numeri in leggera contrazione, ma molti meno tamponi elaborati, come spesso capita con i dati del lunedì che risentono dell’attività minore dei laboratori la domenica. In Lombardia i nuovi positivi sono 1.687, ma con 14mila 577 test eseguiti per una percentuale dell’11,5 per cento, più alta persino di quella dei giorni scorsi. Crescono lievemente i posti occupati in terapia intensiva (+3) per un totale di 113 in Lombardia, mentre i ricoverati con sintomi sono 1136 (+71). Ancora 6 i decessi registrati per un totale di 17mila 84.

In Italia con poco meno di 99mila tamponi, i positivi sono stati 9mila 338, con 73 decessi. Rimane da capire l’intensità di questi ammalati. Nel Lodigiano, dai sindaci in contatto quotidiano con Asst e Ats arrivano ancora indicazioni rassicuranti: nonostante qualche numero in aumento tra i ricoverati, dunque tra i casi più seri, la stragrande maggioranza dei positivi è asintomatica o presenta sintomi lievi, e per esempio i servizi di emergenza e urgenza delle varie Croci operative sul territorio non sono sotto pressione.

Il contagio nel Lodigiano

Altri 48 nuovi positivi sono stati segnalati ieri da Regione Lombardia per il Lodigiano. La tendenza partita giovedì scorso con numeri elevati permane (+62 domenica, +46 sabato, +55 venerdì, +81 giovedì). Dal 20 febbraio le persone che si sono ammalate di Covid-19 in provincia di Lodi sono state 4mila 216. Non ci sono nuovi decessi, il totale dei morti con coronavirus in provincia dall’inizio dell’epidemia è 705. Lodi città dal 20 febbraio ha avuto in totale 889 positivi (+10), Codogno 445, Casale 323 (+2), Castiglione 252 (+1), Sant’Angelo 210 (+3), Borghetto 162 (+3), Lodi Vecchio 112 (+3), Maleo 102 (+1), Tavazzano 82 (+2) , Zelo 82 (+2), Livraga 75, Sordio 69 (+1), San Martino 68, Mulazzano 62, San Rocco 61, Caselle Lurani 59 (+1), Somaglia 55, Cornegliano 50 (+2), Brembio 49, Fombio 43 (+1), Guardamiglio 43 (+1), Castelnuovo 41, San Fiorano 41, Castelgerundo 40, Massalengo 40 (+2), Cavenago 38 (+1), Casalmaiocco 38 (+1), Santo Stefano 35, Secugnago 33, Graffignana 32, Salerano sul Lambro 32 (+1), Montanaso 30 (+1), Caselle Landi 29, Vidardo 29, Turano 28, Borgo San Giovanni 28, Cervignano 26, Corte Palasio 26 (+2), Senna 25, Ospedaletto 25, Valera Fratta 25 (+1), Meleti 24, Corno Giovine 23, Casaletto 22, Comazzo 21, Galgagnano 20, Crespiatica 20, Boffalora d’Adda 20 (+2), Orio Litta 19 (+1), Villanova Sillaro 17, Ossago 16, Pieve Fissiraga 15, Terranova 15 (+1), Marudo 12 (+1), Bertonico 11, Merlino 9, Mairago 6 e Abbadia 6. Nell’elenco mancano Cornovecchio (3 casi) e Maccastorna (1) e un caso assegnato alla Provincia di Lodi non è attribuito però ad alcun comune.

I dati del Sudmilano

Una piccola pausa nella diffusione del contagio nel Sudmilano. Ieri i casi registrati da Regione Lombardia sono stati 31, il numero più basso degli ultimi giorni (domenica +74, sabato +78, venerdì +80, giovedì +59). Dall’inizio dell’epidemia i positivi segnalati nell’area sono 2mila 377. San Giuliano conta in totale 486 positivi (+12), Melegnano 363 (+5), San Donato 305 (+4), San Colombano 202, Mediglia 198 (+1), Peschiera 195 (+2), Paullo 167, Locate Triulzi 107 (+1), Vizzolo 79, Pantigliate 66, San Zenone 55 (+3), Dresano 44 (+1), Cerro al Lambro 40 (+2), Tribiano 32, Carpiano 27 e Colturano 11.


© RIPRODUZIONE RISERVATA