GUERRA IN UCRAINA Sono oltre 600 gli ucraini residenti nel Lodigiano
Ieri sono scese in piazza diverse persone per protestare contro l’invasione

GUERRA IN UCRAINA Sono oltre 600 gli ucraini residenti nel Lodigiano

La stragrande maggioranza è donna (461), solo 176 gli uomini

Sono oltre seicento i residenti di nazionalità ucraina censiti nei registri anagrafici dei 60 comuni della provincia di Lodi, per la precisione 637 secondo l’ultimo dato ufficiale Istat disponibile che risale però al 1 gennaio 2021. Un dato che non dovrebbe essere variato granché nel corso degli ultimi dodici mesi, per altro segnati dalla pandemia. Quella ucraina è, per numero di appartenenti, l’undicesima nazionalità rappresentata nel territorio, la seconda nell’ambito dell’Europa centro-orientale extra Ue dopo quella albanese (2.337 i residenti alla stessa data).

La stragrande maggioranza dei residenti di origine ucraina è donna: all’inizio dello scorso anno i maschi erano soltanto 176 contro le 461 presenze di sesso femminile. Risultavano inoltre a quella data residenti ucraini in 54 dei 60 centri del territorio: la comunità più numerosa si rinveniva nel capoluogo (116), seguito da Sant’Angelo Lodigiano (85). Significativi i 53 ucraini di casa a Tavazzano, il doppio della vicina Lodi Vecchio (26). Nella Bassa le presenze sono più “disperse” con soli 26 residenti a Codogno e 15 a Casalpusterlengo, ma anche 19 a San Rocco al Porto. In doppia cifra vanno anche Sordio (23), Zelo (21), Mulazzano (18), Casalmaiocco e Caselle Lurani (14), Borghetto (13), Castiraga Vidardo (12), Castiglione e Fombio (11), Merlino, Orio Litta e Salerano (10). Numeri che naturalmente potrebbero essere variati nel corso dell’ultimo anno, ma che danno un’idea dei centri dove la presenza della comunità ucraina è più radicata. Al primo gennaio 2021 invece i russi residenti nel lodigiano erano 133 di cui 110 donne

Dal continente

Nei 783 chilometri quadrati del territorio provinciale sono ben 132 le Nazioni della Terra rappresentate con almeno un cittadino (gli Stati ufficialmente riconosciuti a livello internazionale sono appena 195). Quasi la metà dei 27.783 stranieri registrati in provincia all’inizio del 2021 (12.559, pari al 45,2 per cento) proviene da Paesi europei e, di questi, due terzi sono originari di Nazioni nell’orbita Ue (8.526, pari al 67,9 per cento), con prevalenza assoluta della Romania che è anche la Nazione più rappresentata con 7.663 residenti. Detto di albanesi e ucraini per l’area orientale extra Ue, si rivela arginale la presenza di cittadini di altri Paesi europei non compresi nei due blocchi di cui sopra: sono solo 61, di cui 51 inglesi.

Dal Sud del mondo

Dopo l’Europa è l’Africa il continente che ha prodotto il più elevato flusso di immigrazione. Sono africani 9.251 residenti del Lodigiano, pari al 33,3 per cento del totale degli stranieri presenti sul territorio.

L’area d’origine principale è la fascia settentrionale del continente, con 6.234 presenze, di cui 2.984 egiziani, 2.351 marocchini e 794 tunisini.

Dell’Africa Occidentale (2.546 presenze) sono originari 2.546 stranieri, con la Nigeria (876) a guidare la classifica delle presenze davanti a Senegal (496), Costa d’Avorio (444) e Togo (353). Dei 155 residenti arrivati in provincia di Lodi dall’area orientale del continente 64 sono eritrei, mentre dall’Africa meridionale provengono solo 316 persone, di cui 277 camerunensi.

Dall’Oriente

I cittadini asiatici che vivono in provincia di Lodi sono 3.510, pari al 12,6 per cento del totale. La maggior parte (2.205, in pratica i due terzi) è originaria delle aree centromeridionali del continente: gli indiani sono infatti 1.257, i pakistani 322, i nativi di Cylon 291, dieci in più rispetto agli originari del Bangladesh. Volgendoci ad Oriente, su un totale di 1.161 stranieri residenti in arrivo dai paesi di quell’area, 803 sono cinesi e 294 filippini, mentre sono solo 144 quelli giunti nel Lodigiano dall’Asia occidentale, di cui 34 iraniani (e ci sono anche 5 palestinesi).

America e Oceania

Se gli americani residenti in provincia sono solo 17 e i canadesi 4, ben 2.434 sono i cittadini di provenienza sudamericana: si tratta in prevalenza di ecuadoregni (811) e peruviani (666), con presenze significative anche da Brasile (270), El Salvador (135), Cuba (134), Repubblica Dominicana (124) e Bolivia (97).

Quanto all’Oceania, nel conto entrano 5 australiani e un neozelandese. Anche dall’altro capo del mondo qualcuno ha trovato la strada di Lodi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA