Grande folla al servizio di accesso diretto per effettuare il tampone
La situazione di mercoledì mattina al Centro unico di prenotazione

Grande folla al servizio di accesso diretto per effettuare il tampone

Mercoledì mattina il Centro unico di prenotazione dell’ospedale di Lodi è stato preso d’assalto

Grande folla stamattina (mercoledì 23 settembre) al Centro prelievi (Cup) dell’ospedale Maggiore di Lodi. Scolari e studenti, accompagnati il più delle volte dalle loro famiglie, si sono presentati al servizio di accesso diretto per effettuare il tampone. Si tratta di bambini che, presentando particolari sintomi potenzialmente riconducibili a un’infezione da Covid, vengono tenuti prudenzialmente a casa dalle famiglie e indirizzati al sevizio sanitario, oppure di ragazzi o bambini che, avendo accusato sintomi prima di entrare in classe, vengono inviati direttamente dalla scuola al Cup per il tampone di controllo e verifica.

Il servizio di accesso diretto è stato istituito venerdì scorso, ed ha sempre fatto registrare un afflusso considerevole, tanto che l’Asst sta pensando a correttivi per non intasare i locali ospedalieri. Una delle ipotesi potrebbe essere la creazione di una tensostruttura dedicata esclusivamente agli accessi diretti per effettuare il tampone.

Ieri mattina il massimo afflusso si è avuto tra le 9.30 e le 11, come dimostra la foto scattata alle 10.34


© RIPRODUZIONE RISERVATA